a-copenaghen,-un-appartamento-in-stile-scandinavo-in-cui-l’arte-contemporanea-e-protagonista-con-i-suoi-colori-sgargianti

A Copenaghen, un appartamento in stile scandinavo in cui l’arte contemporanea è protagonista con i suoi colori sgargianti

A Copenaghen, un appartamento rinnovato in legno chiaro in chiave scandinava accoglie opere d’arte dai colori sgargianti in un ambiente fresco e luminoso. Gli artigiani danesi del legno di Garde Hvalsøe hanno ideato per questo appartamento in un vecchio edificio rococò un restyling contemporaneo.

Da due a uno: nel quartiere Frederiksstaden di Copenaghen, vicino al complesso del palazzo reale di Amalienborg, una coppia di collezionisti ha fatto ristrutturare la propria casa con vista sulla chiesa di marmo. Costruito nel 1750, l’appartamento è circondato da imponenti palazzi ed edifici in stile rococò. In precedenza, lo spazio di 400 metri quadrati era stato suddiviso in due unità abitative, poi affittate; grazie alla ristrutturazione, le due zone sono state riunite e i proprietari hanno potuto trasferirsi nel loro piccolo palazzo.

Tra il classico e il provocatorio: le pareti e i pavimenti delle camere sono essenziali, solo i mobili e le opere d’arte portano colore. Il dipinto in primo piano è di Robert Lucander, la scultura in fondo a destra è di Tjorg Douglas Beer.

Birgitta Wolfgang

L’arte contemporanea aggiunge colore all’architettura rococò

Finestre sino agli alti soffitti, decorati con stucchi ornamentali, pavimenti in legno chiaro Dinesen e rivestimenti in legno caratterizzano l’atmosfera classica e tranquilla delle stanze, che adesso è vivacizzata grazie a opere d’arte e pezzi di design espressivi. La collezione di arte moderna e contemporanea che attraversa l’intero appartamento comprende dipinti, sculture e installazioni di artisti interessanti come Shara Hughes, Tom Anholt, Günther Förg, Tal R, Sonja Ferlov Mancoba, Lucy Teasdale e Peter Bonde..

La particolarità di questa casa a Copenhagen è che le stanze, pur sembrando così coerenti, non sono state progettate da uno studio di interior design. Al contrario, gran parte dei mobili e degli arredi provengono dal produttore danese Garde Hvalsøe, che è stato coinvolto anche nella disposizione dei mobili. “Spesso assumiamo questo ruolo, naturalmente in stretto dialogo con un architetto specializzato in edifici tutelati”, spiega Sören Lundh Aargard, CEO di Garde Hvalsøe, che ha curato il progetto. “Ma il progetto viene realizzato da noi in collaborazione con il cliente. In Danimarca è un modo normale di eseguire i progetti, mentre all’estero lavoriamo spesso con architetti d’interni”.

In questo appartamento di Copenhagen alcuni angoli sembrano una galleria d’arte. Qui un dipinto dell’artista di Brooklyn Eske Kath accanto all’installazione The Sexy Pusher di Tjorg Douglas Beer.

Birgitta Wolfgang

Essenziale e su misura: per la  cucina, ipadroni di casa hanno optato per il modello Hoelgaard di Garde Hvalsøe, che offre molto spazio fra cassetti e armadi senza ingombrare. Con le maniglie incassate, la struttura in legno e il semplice angolo cottura in acciaio, ha un aspetto minimalista e luminoso, ma non troppo lineare.

Birgitta Wolfgang

Arredi su misura in cucina e nel living

Il cuore dell’appartamento è la cucina, dal look molto naturale e tranquillo, realizzata in rovere oliato bianco. Armadi alti fino al soffitto e piani di lavoro in legno si estendono per tutta la lunghezza della stanza: la cucina su misura di Garde Hvalsøe si inserisce perfettamente nella pianta della casa. Un’estetica sobria, molta luce, le venature chiare del rovere, elementi in acciaio inox e molto spazio per riporre gli oggetti rendono questa cucina spaziosa funzionale ma anche elegante e accogliente.

Il soggiorno è dominato da una grande libreria bianca, anch’essa progettata da Garde Hvalsøe. Le porte a doghe in legno della parte inferiore si chiudono all’altezza delle boiserie, mentre una piccola scala in acciaio e pelle permette di accedere alle mensole in alto. Il tavolino in vetro PK61 porta un tocco di leggerezza su un tappeto della Galleria Wiinstedt insieme alla poltrona PK22 e allo sgabello PK33 – tutti su disegno di Poul Kjærholm di Fritz Hansen.

“Trattandosi di un edificio storico protetto, la ristrutturazione doveva rispettare i dettagli storici”, spiega Aargard. La sfida più grande è stata quella di non scalfire le pareti. “Abbiamo potuto fissare i mobili alle pareti senza toccare gli stucchi e i rivestimenti in gesso. Una scelta che si sposa bene con il modo in cui assembliamo i nostri mobili: anche se sono su misura, ci piace l’aspetto più leggero degli arredi quando sembrano indipendenti”.

Lineare e senza tempo, la libreria su misura è alta fino al soffitto.

Birgitta Wolfgang

La lampada da tavolo Leda und der Schwan di Holmegaard con un disegno di Henry Heerup in vetro verde. Il sorprendente dipinto di Michael Kvium attira l’attenzione.

Birgitta Wolfgang

I classici del design danese vivacizzati dall’arte 

Nella sala da pranzo, intorno al lungo tavolo sono allineate sedie di diversi designer e brand, tra cui la Wishbone Chair di Wegner o il modello Arv disegnato da David Thulstrup per il ristorante Noma. Lo spazio è incorniciato dalle opere dell’artista danese Tal R dai colori sgargianti, una sferzata di energia all’ambiente luminoso. Per la camera da letto, la coppia di collezionisti ha scelto dipinti del finlandese Robert Lucander e della danese Kathrine Ærtebjerg. Di fronte ai dipinti e ai dettagli storici in stucco sul soffitto, in camera l’elegante armadio in pino dell’Oregon a due ante scorrevoli passa discretamente in secondo piano.

I grandi dipinti di Tal R conferiscono vivacità alla sala da pranzo,  un ambiente ideale per l’arte contemporanea con rivestimenti in legno pregiato, ornamenti in stucco sul soffitto e pavimenti in legno chiaro.

Birgitta Wolfgang

Anche il grande armadio di Garde Hvalsøe in camera da letto è stato realizzato su misura e con grande attenzione ai dettagli. I progetti dell’azienda danese sono creati in collaborazione con architetti e designer internazionali.

Birgitta Wolfgang

In un’altra camera da letto, un’opera figurativa dell’artista danese Kathrine Ærtebjerg è appesa accanto al dipinto più piccolo di Robert Lucander. Come la maggior parte degli artisti presenti nell’appartamento, sono rappresentati da Mikael Andersen di Copenhagen.

Birgitta Wolfgang

Bellezza da vivere a 360°

Materiali pregiati come la pietra naturale Calafata Quartzite, la rubinetteria lineare di Fantini e la vasca freestanding di Boffi, disegnata da Piero Lissoni, creano un ambiente tranquillo nella stanza da bagno. Sören Lundh Aargard voleva che la coppia vivesse la bellezza con tutti i sensi nel nuovo appartamento: “Lo adorano, si sentono a casa e sono circondati da arte, design e artigianato, cose che per loro sono molto importanti”.

Il bagno, uno spazio sereno e rilassante. Al centro, la vasca Boffi disegnata da Piero Lissoni, con rubinetteria di Fantini.

Birgitta Wolfgang

Articolo pubblicato su AD Germania, adattato da Paola Corazza.

Related Posts