a-iwb-il-100%-delle-aziende-vinicole-di-barbanera-per-42-mln-e

A Iwb il 100% delle aziende vinicole di Barbanera per 42 mln €

Nuova acquisizione per Italian Wine Brands – Iwb che mette così piede in Toscana. La società quotata sul segmento Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, e che ha chiuso il 2021 con record di vendite per 408,9 milioni di euro, ha infatti comunicato la sottoscrizione degli accordi per l’acquisizione del 100% del capitale delle società della famiglia Barbanera: Barbanera e Fossalto.

Gli accordi prevedono che Iwb acquisisca il 100% del capitale delle due società sulla base di un equity value complessivo pari a 41,9 milioni di euro che verrà corrisposto alla data del closing.

Fondata negli anni ’70 a Cetona (Siena) dai fratelli Marco e Paolo Barbanera, la realtà toscana, che produce e vende vini premium, ha chiuso il 2021 un fatturato consolidato pari a 38,7 milioni di euro, in aumento sui 33,3 milioni del 2020 e 26,6 milioni del 2019. L’export genera oltre il 90% dei ricavi. L’ebitda adjusted 2021 è stato pari a 5,4 milioni (margine sul fatturato pari al 14,0%), l’utile netto a 3,8 milioni mentre la posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2021 era positiva per 1,2 milioni di euro.

L’operazione vedrà poi le holding della famiglia Barbanera reinvestire nel Gruppo Iwb un valore complessivo pari a 26,3 milioni di euro mediante la sottoscrizione di 657.906 azioni ordinarie Iwb di nuova emissione a un prezzo di 40 euro cadauna. Al termine dell’operazione, la famiglia Barbanera arriverà a detenere una partecipazione complessivamente pari al 6,95% del capitale sociale di Iwb post aumento di capitale.

La struttura dell’operazione prevede, inoltre, una componente di prezzo differito di 1 milione di euro “da corrispondere nel primo semestre 2024 in presenza di un accrescimento dell’Ebitda medio per il biennio 2022-2023 rispetto al 2021”, come spiega la nota ufficiale.

Dopo il closing, Sofia Barbanera, attuale responsabile commerciale Europa e Usa di Barbanera, entrerà nel Consiglio di Amministrazione di Iwb. È inoltre prevista una continuità gestionale per le due aziende, “che potranno beneficiare del supporto di competenze manageriali e strategiche del Gruppo Iwb al fine di identificare sinergie di costo e organizzative”, spiega la nota.

“Dopo le cantine in Piemonte, Puglia, Veneto, le società di distribuzione in Svizzera e negli Usa – dichiara Alessandro Mutinelli, Presidente e AD di Iwb – oggi aggiungiamo l’azienda in Toscana: queste sono le regioni italiane più rilevanti sul mercato internazionale ed Iwb le copre tutte. Sono passati sette anni dalla costituzione di Italian Wine Brands, questa è la settima azienda che entra nel gruppo, grazie al lavoro, determinazione, competenza e resilienza di tutte le persone di IWB, a cui va il mio personale ringraziamento per questo nuovo risultato ottenuto”.

Related Posts