alla-collezione-peggy-guggenheim-riparte-il-progetto-doppio-senso

Alla Collezione Peggy Guggenheim riparte il progetto Doppio Senso

Il catalogo tattile diventa strumento di supporto a una visita che viene così condotta in totale autonomia, e permetterà al pubblico con disabilità visiva di fruire del patrimonio artistico del museo che, oggi più che mai, assume “un ruolo sociale ed educativo”, afferma la direttrice della Collezione Peggy Guggenheim Karole P. B. Vail. “Fin dalla sua nascita”, sottolinea, “Doppio Senso si è affermato come un percorso innovativo e sperimentale di accessibilità museale rivolto a non vedenti, ipovedenti e vedenti, sia adulti che bambini, pensato e realizzato in chiave inclusiva”.  Come ci ha spiegato Elena Minarelli, Responsabile Dipartimento Educazione della Collezione, “Il progetto fin dal 2015 ha delineato una nuova definizione di museo: aperto al pubblico, accessibile, inclusivo, con la partecipazione di tutto lo staff del museo, per realizzare una vera accoglienza”.

A rendere possibile la ripartenza di Doppio Senso è stata Florim, prima industria ceramica in Italia ad essere Società Benefit e unica al mondo Certificata B Corp che attraverso il marchio CEDIT – Ceramiche d’Italia ha realizzato “Hotel Chimera”: un’opera d’arte in ceramica composta da 80 pezzi unici, disegnati dalla designer e artista Elena Salmistraro, il cui ricavato dalla vendita è andato interamente a sostegno del progetto Doppio Senso. Per Salmistraro “Il design per sua natura risolve, avanza soluzioni, non può essere immobile”.

La capsule collection di Elena Salmistraro per Florim è un puzzle composto da 80 pezzi unici, firmati a mano dalla sua autrice. Presentate in occasione della Milano Design Week 2021, le lastre-dipinto che compongono l’opera sono state vendute in poche settimane. Il ricavato è stato destinato a sostenere il progetto “Doppio Senso. Percorsi Tattili alla Collezione Peggy Guggenheim”.Photo @Vanni Borghi 

 “Siamo molto orgogliosi di aver preso parte a questo progetto che conferma l’importanza della relazione tra impresa e museo, arte e design”,  afferma il Presidente di Florim Claudio Lucchese. L’azienda, eccellenza italiana del distretto ceramico, è da sempre “attenta alla difesa dell’ambiente, delle persone e dei loro diritti” , afferma Matteo Borsari, Head of Communication & Sustainability di Florim.

Le visite e i laboratori nell’ambito del progetto Doppio Senso. Percorsi Tattili alla Collezione Peggy Guggenheim riprendono in autunno, e saranno destinati al pubblico di non vedenti, ipovedenti e vedenti in chiave inclusiva, si svolgono una volta al mese e sono gratuite, fino a esaurimento posti.

Related Posts