ambrogini,-si-a-cattelan.-e-remigi-esce-dai-giochi-dopo-le-molestie-in-tv

Ambrogini, sì a Cattelan. E Remigi esce dai giochi dopo le molestie in tv

Milano

14 Novembre 2022 – 09:25

Tra i nomi in campo Pioli, Cappato, Lupi. Fi difende la nomination della Curva Milan

Ambrogini, sì a Cattelan. E Remigi esce dai giochi dopo le molestie in tv

Ci sono Stefano Pioli, l’allenatore del Milan campione d’Italia 2022 e la Curva Sud, cuore del tifo rossonero che ha «contribuito alla vittoria dello scudetto con il sostegno e l’incitamento», hanno «organizzato coreografie mozzafiato e ci hanno creduto anche nei momenti più difficili». Due candidature targate Forza Italia. Ci sono l’artista Maurizio Cattelan – che è stato proposto ancora da Fi ma ha avuto anche la «benedizione» del sindaco Beppe Sala, quindi è tra i nomi in pole -, Diego Abatantuono, il radicale Marco Cappato, in prima linea nelle battaglie per la legalizzazione della cannabis e dell’eutanasia, proposto dal Pd, il leader di Noi Moderati Maurizio Lupi che ha fondato e gestito dal 1994 al 2013 Fiera Milano Congressi, i giornalisti Paolo Del Debbio e Alfonso Signorini. Sono alcuni dei 240 nomi o associazioni in corsa per gli Ambrogini d’oro che verranno consegnati dal sindaco Beppe Sala durante la tradizionale cerimonia del 7 dicembre al teatro Dal Verme.

Nella rosa, 119 persone fisiche (32 donne e 87 uomini), 121 soggetti collettivi (associazioni, imprese e gruppi) e 14 candidati alla Grande Medaglia alla Memoria. Oggi alle 15.30 la Commissione guidata dalla presidente del Consiglio comunale Elena Buscemi e composta dai membri dell’Ufficio di presidenza (che si riuniranno già alle 14 per una prima «scrematura») e i capigruppo si chiuderanno in «conclave» per arrivare alla lista dei premiati, 15 Medaglie d’Oro e 20 Attestati, a cui si aggiungeranno un numero ristretto di Medaglie d’Oro alla Memoria. Restando in chiave calcistica e con un tocco di polemica, FdI ha proposto per l’Ambrogino alla Memoria Piero Pirelli, il presidente del Milan che fece realizzare lo stadio di San Siro che ora i club vogliono «rottamare».

Slitta in fondo alla lista (per dire che il proponente, il capogruppo Fi Alessandro De Chirico, non ritira ufficialmente il nome ma eviterà di portarlo in votazione, il cantante Memo Remigi che, dopo la chiusura della lista, è finito nella bufera per le molestie in diretta tv su Rai1 alla collega Jessica Morlacchi. «Lui stesso si è accorto di aver fatto una cavolata rovinando 60 anni di carriera» sottolinea De Chirico che si concentrerà invece sull’altra candidatura, quella della Curva Sud. Che agiterà comunque le acque, specie dopo le polemiche che hanno travolto la Curva nord dei cugini nerazzurri. Solleverà polemiche al tavolo anche la Medaglia alla Memoria chiesta dal verde Carlo Monguzzi per Carmen De Min, una delle «mamme» del centro sociale Leoncavallo.

Bipartisan (Pd e FdI) è invece la nomination dell’ex prefetto Francesco Paolo Tronca ora alla guida della Fondazione Beic. Tra i nomi Ricky Tognazzi, Stefano Zecchi, gli scrittori Gianni Biondillo e Sveva Casati Modignani, il filosofo Giulio Giorello, Alfredo Ambrosetti (fondatore del Forum), il direttore della Pediatria del Buzzi Gianvincenzo Zuccotti, il Nucleo trasporti locali dei vigili, il direttore del carcere di San Vittore Giacinto Siciliano, la ballerina e attrice Antonella Ferrari, affetta da sclerosi multipla, Raimondo Piazzola, l’ottantenne picchiato da un rom abusivo nelle «Case bianche» di via Salomone (proposto dalla Lega) che propone anche, legata a fatti di cronaca, Chiara Corapi, la 19 anni che nella notte di Capodanno del 2021 soccorse una coetanea aggredita dal «branco» in piazza Duomo.

Per l’Ambrogino alla Memoria Lega e Milano Popolare hanno candidato il fondatore di Cl don Luigi Giussani mentre Manfredi Palmeri ha proposto il giornalista e conduttore tv Cesare Cadeo, l’ideatore della discoteca «Plastic» Lucio Nisi e l’ex capo del Cerimoniale di Palazzo Marino Serafino Cagnetti scomparso nel 2020. Ha candidato per l’Attestato anche l’Associazione Parenti Vittime del Covid. In corsa il settimanale Mondadori «Tv Sorrisi e Canzoni» che quest’anno celebra i suoi primi settant’anni, la Balera dell’Ortica, il locale jazz Blue Note.

Related Posts