attacco-alla-regione-lazio.-“engineering-non-e-coinvolta”

Attacco alla Regione Lazio. “Engineering non è coinvolta”

In una nota stampa Engineering ribadisce che la violazione non è avvenuta sfruttando le credenziali di un proprio dipendente

Attacchi alle Web app

Continua ad essere avvolta da mistero l’attacco hacker alla Regione Lazio. In una nota, Engineerig ha chiarito: “In merito a quanto appena pubblicato online su Repubblica.it, relativamente a una presunta svolta nelle indagini sull’attacco cibernetico alla Regione Lazio che ne imputerebbe l’origine a un dipendente di Engineering, la Società ribadisce con forza quanto già affermato. Engineering non ha ricevuto alcuna notifica da parte degli inquirenti rispetto a possibili collegamenti tra l’evento bloccato sul nascere che ha interessato il Gruppo e l’attacco alla Regione Lazio. Se gli inquirenti avessero evidenze diverse e non le avessero notificate e verificate con la Società questo sarebbe gravissimo perché la mancata collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti, potenzialmente, potrebbe agevolare il propagarsi dell’attacco.

Pertanto, nuovamente, in merito alle continue imprecise ricostruzioni che circolano Engineering chiarisce che:

• A 72h di distanza dalle prime comunicazioni ai clienti e alla stampa, le approfondite e continue analisi effettuate fino ad ora confermano e rafforzano quanto già affermato rispetto all’assenza di evidenze che correlino il tentativo di attacco bloccato sul nascere da Engineering e quello subìto da Regione Lazio. Ovviamente se le verifiche in corso evidenziassero qualcosa di diverso, Engineering sarebbe la prima a notificarlo alle autorità competenti.

• Engineering, al contrario di quanto riportato da alcuni organi di stampa, non fornisce servizi di infrastruttura o di sicurezza alla Regione Lazio, che si appoggia per questo ad altri operatori.

La Cybersecurity è un’area strategica su cui Engineering non solo investe moltissimo ma ha un importante track record di successo grazie a competenze di altissimo livello e costanti investimenti. Pertanto a tutela della propria immagine e dei propri lavoratori, il Gruppo si riserva di agire in tutte le sedi opportune verso chiunque continui a fornire ricostruzioni false e infondate”.

Non era un dipendente di Engineering

Poche ore dopo, la stessa azienda ha diffuso un ulteriore comunicato, ribadendo di aver “ricevuto dalla Regione Lazio conferma che l’attacco è stato portato con le credenziali di un dipendente regionale di Frosinone, smentendo qualsiasi altra ricostruzione. Inoltre, la Polizia Postale ha dichiarato che non le risultano evidenze di collegamenti tra Engineering e gli attacchi informatici che hanno interessato la Regione Lazio. “

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *