banche,-commissione-ue-invita-italia-a-recepire-norme-su-assorbimento-perdite

Banche, Commissione UE invita Italia a recepire norme su assorbimento perdite

15 Luglio 2021

(Teleborsa) – La Commissione europea ha inviato pareri motivati a Belgio, Repubblica Ceca, Italia, Lituania, Lettonia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo e Romania per non aver recepito le norme UE sul risanamento e la risoluzione delle banche (la direttiva 2019/879). Questa direttiva implementa lo standard sulla capacità di assorbimento totale delle perdite (TLAC) per le banche di rilevanza sistemica adottato dal Financial Stability Board (FSB) e migliora l’applicazione del requisito minimo di fondi propri e passività ammissibili (MREL) per tutte le banche.

Le nuove regole, sottolinea l’esecutivo UE, “garantiscono meglio che le banche sviluppino una capacità solida e sufficiente di assorbimento delle perdite e di ricapitalizzazione in modo che, in caso di fallimento di una banca, le perdite siano sostenute dagli azionisti e creditori delle banche e non finanziate dal denaro dei contribuenti”.

Gli Stati membri dovevano recepire la direttiva e comunicare alla Commissione le misure nazionali di recepimento entro il 28 dicembre 2020. La Commissione ha inviato lettere di costituzione in mora nel febbraio 2021 chiedendo agli Stati membri interessati di notificare le misure di recepimento completo. A causa della mancata notifica di eventuali misure di recepimento, la Commissione ha deciso di proseguire le procedure di infrazione inviando loro pareri motivati. Gli Stati membri interessati hanno ora due mesi per adottare le misure necessarie, altrimenti la Commissione potrebbe decidere di deferire i casi alla Corte di giustizia dell’Unione europea.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *