barbie-dreamhouse:-la-casa-della-bambola-piu-famosa-al-mondo-compie-60-anni-(e-un-libro-ce-la-racconta)

Barbie Dreamhouse: la casa della bambola più famosa al mondo compie 60 anni (e un libro ce la racconta)

Barbie Dreamhouse. An Architectural Survey: il libro in edizione limitata per il sessantesimo anniversario della casa di Barbie.

È un momento d’oro per Barbie. Il trailer dell’omonimo film di Greta Gerwig – una parodia della sequenza iniziale di 2001: Odissea nello spazio di Kubrick, con Margot Robbie impeccabile nei panni della prima bambola Mattel – sta facendo il giro del web in attesa della sua uscita a luglio 2023. Il Barbiecore non smette di essere di tendenza su TikTok (addio Millennial Pink), mentre il marchio di pitture e rivestimenti murali Backdrop propone oggi tre colori – rosa, viola e turchese – ispirati a quelli della favolosa casa di Barbie. Questa stessa costruzione ha compiuto 60 anni nel 2022 e per celebrarla Mattel e il magazine PIN-UP realizzano Barbie Dreamhouse. An Architectural Survey, libro in edizione limitata che ne ripercorre la storia, mostrando come la casa della bambola rifletta l’evoluzione del gusto in materia di interior design.

PIN-UP X Barbie Dreamhouse, 1962 House. © Evelyn Pustka for PIN-UP.Evelyn Pustka

Dal 1962, anno in cui è apparsa sul mercato la prima Dreamhouse, Barbie ha traslocato almeno una decina di volte. All’inizio degli anni ’60, quando le donne non potevano richiedere un mutuo e neppure aprire un proprio conto in banca, la signorina Barbara Millicent Roberts – questo il vero nome di Barbie – andava a vivere da sola, diventando un simbolo di indipendenza ed empowerment. Nel suo appartamento dell’epoca c’erano mobili rigorosi e squadrati, in perfetto stile Mid-Century Modern, un televisore, dei libri, una foto del suo ragazzo. Come dichiara in un’intervista la responsabile globale del design di Barbie, Kim Culmone: «Per me la Dreamhouse è proprio questo, una giovane donna che gestisce la sua vita, che ha il suo lavoro e fa le sue cose».

Con oltre 150 pagine complete di fotografie e disegni architettonici originali, il volume è il primo studio approfondito sulla Barbie Dreamhouse e il suo impatto sull’immaginario collettivo. All’interno sono raccolti testi di alcune voci di spicco del panorama culturale odierno, dalla storica dell’architettura Beatriz Colomina alla curatrice di design contemporaneo Alexandra Cunningham Cameron. E ancora: l’architetto Rafael de Cárdenas, la designer Kelly Wearstler, il direttore del magazine Interview Mel Ottenberg e la dj Honey Dijon. Insieme tracciano l’evoluzione delle case in cui Barbie ha vissuto sino al “Fun Palace” del 2021, dotato di mobili trasformabili, scivolo, piscina e ascensore (anche per un’eventuale sedia a rotelle).

Related Posts