blevio,-la-casa-di-cesare-a-rischio:”ma-tanti-amici-ci-hanno-aiutato-a-ripartire:-grazie”

Blevio, la casa di Cesare a rischio:”Ma tanti amici ci hanno aiutato a ripartire: grazie”

Cesare e la sua famiglia. Sfollati dalla loro abitazione di Blevio ormai due settimane fa dopo il nubifragio che ha allagato i locali e costretti a fuggire senza nulla in mano. Neppure il cellulare. In queste ore Cesare è tornato nella abitazione di Blevio per capire cosa ne sarà, Le sue parole, la sua riflessione che ci ha inviato in redazione. La settimana prossima lo avremo con noi in diretta per capire anche queli le modalità per dare un aiuto concreto a lui ed ai suoi, ora ospitati da alcuni amici. Ma per i quali il futuro resta una grossa incognita

casa cesare adinolfi a blevio devastata dal maltempo

Adesso si sta procedendo a diminuire la spinta dei detriti sulla casa procedendo con la loro rimozione dall’interno dalle solette rimaste integre e dall’esterno dai detriti che gravano sui muri perimetrali. Ciò permette di poter valutare meglio i danni strutturali e procedere con una valutazione di sicurezza statica dell’immobile. Da questa valutazione deriverà la sorte dell’immobile.

Nel frattempo la solidarietà di alcuni amici ha permesso alla mia famiglia di trovare un alloggio arredato, nuovi indumenti e soprattutto un po’ di liquidità per le prime necessità e urgenze, alcuni di questi amici hanno attivato una raccolta fondi su GoFundMe al link https://gofund.me/9b7b8c76 su cui si può fare la propria donazione anche in forma anonima.

Voglio pubblicamente ringraziare tutti quelli che si sono impegnati nel darmi un aiuto in questo momento di difficoltà, tutti gli amici, parenti, conoscenti e non, i volontari della Croce Rossa del Comitato di Como sede di Lipomo e i volontari della protezione civile, il sindaco del Comune di Blevio e del Comune di Torno, i miei concittadini e i titolari degli esercizi commerciali Bar Centrale, Albergo Milano e la Dispensa di Blevio.

Un grazie di cuore da tutta la mia famiglia,

Cesare, Anna, Mattia e da mia suocera Meme.”

A Blevio, nel frattempo, vanno avanti i lavori di sistemazione. Negli ultimi giorni (video qui sopra) è stata recuperata dalla ruspa quello che resta di un’auto finita nel valletto sotto la furia dell’acqua. Una carcassa quasi irriconoscibile come si può vedere. Il video ce lo nha inviato il nostro amico Mario Lavorgna.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *