bollettino-del-21-febbraio:-i-numeri-dell’epidemia-in-italia

Bollettino del 21 febbraio: i numeri dell’epidemia in Italia

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi domenica 21 febbraio, ha reso noti i dati dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Aggiornati i dati dell’epidemia da Covid-19, diffusasi in Italia ormai da un anno. Stando alla tabella sanitaria odierna del Ministero della Salute, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 2.809.246 con un incremento di 13.452 unità. In crescita anche i soggetti attualmente positivi che ad oggi sono pari a 388.895 (+4.272). così come i pazienti ricoverati in terapia intensiva: 2.094 in totale e 31 in più di ieri. I guariti sono 2.324.633 con un incremento di 8.946 unità rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 232 decessi che hanno portato il bilancio totale delle vittime a 95.718.

La Regione Emilia Romagna, si legge nelle note, ha eliminato 2 casi, in quanto giudicati non casi Covid19.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 20 febbraio

Coronavirus bollettino Italia febbraio
(Getty Images)

Diffusi tramite tabella sanitaria, nella giornata di ieri, i numeri della pandemia da Covid in Italia Stando a quanto riferito dal Ministero della Salute le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era aumentato a 2.795.796. In crescita anche i soggetti attualmente positivi  pari a 384.623. Aumentavano anche i ricoveri in terapia intensiva che erano 2.063. Il dato dei guariti era arrivato a 2.315.687. Purtroppo saliva ancora il bilancio dei decessi che raggiungevano il totale di 95.486.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 20 febbraio: i dati della pandemia di oggi in Italia

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di venerdì 19 febbraio

Il Ministero della Salute nella giornata di venerdì ha pubblicato il consueto bollettino sull’epidemia da Covid-19 diffusasi nel nostro Paese. Stando ai dati, i casi di contagio erano saliti a 2.780.882. Proseguiva il calo dei soggetti attualmente positivi che risultavano esser 382.448. In crescita, invece, i ricoveri in terapia intensiva2.059 in totale. Il numero dei guariti complessivi dall’inizio dell’emergenza era giunto a 2.303.199. Si aggravava, invece, il bilancio delle vittime che portava il totale a 95.235.

La Regione Emila Romagna, si leggeva nelle note, eliminava 5 decessi dei giorni passati e 9 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare. Il Veneto segnalava che il dato sulle persone testate era in fase di aggiornamento.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 19 febbraio: in aumento i ricoveri in terapia intensiva

Vaccino: ancora ostacoli alla somministrazione da AstraZeneca

Ancora tagli e ancora ritardi nella campagna vaccinale. Giunge, infatti, notizia che AstraZeneca avrebbe ulteriormente ridotto del 15% le dosi della settimana. Comunicazione che non ha lasciato indifferenti i Presidenti delle Regioni, i quali ritengono intollerabile tale nuovo ritardo.

In particolar modo, Nicola Zingaretti avrebbe esternato il suo disappunto, manifestando rammarico e facendo appello alle case farmaceutiche di cambiare rotta. A far da eco alle sue parole anche il governatore dell’Emilia Romagna. In questo caso a rilasciare dichiarazioni l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini il quale si è espresso nel corso della celebrazione della Giornata dedicata agli operatori sanitari, presso l’ospedale Maggiore di Bologna.

Un taglio di oltre 5 mila dosi renderà difficoltoso il proseguo della campagna vaccinale, che nella giornata di lunedì avrebbe visto partire le somministrazioni nelle scuole.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Vaccino: ancora ostacoli alla somministrazione da AstraZeneca

Liliana Segre insultata sui social. Uno degli hater si scusa su Facebook

Si sarebbe scusato con Liliana Segre, uno dei tanti haters che su Facebook aveva insultato la senatrice a vita all’interno di commenti in risposta alla foto dell’illustre politica mentre riceveva il vaccino anti-Covid. “Chiedo scusa di cuore, davvero – avrebbe scritto -. Sono una brava persona, un gran lavoratore e porto rispetto ad ogni singola persona. Ho sbagliato e mi vergogno di quello che ho fatto“.

Giovedì la Segre, aveva postato il momento in cui riceveva la somministrazione. Un’immagine che in molti hanno voluto condividere corredandola di messaggi d’affetto, altri invece -come purtroppo spesso accade- con parole d’odio. Per tale ragione, al momento, la Polizia postale sarebbe  a lavoro per rintracciare tutti coloro i quali avrebbero rivolto alla senatrice pesanti minacce ed affermazioni discriminatorie incitando all’odio razziale.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Liliana Segre insultata sui social. Uno degli hater si scusa su Facebook

L’Italia verso la chiusura: la richiesta delle Regioni

Prosegue l’aumento dei contagi da Covid-19 in Italia e soprattutto preoccupa la diffusione delle varianti. Alcune Regioni, a seguito del report del Ministero della Salute, hanno effettuato un passaggio in zone maggiormente restrittive.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> L’Italia verso la chiusura: la richiesta delle Regioni

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.



Il Premier Mario Draghi avrebbe già dato risposte ai cittadini nel corso del suo insediamento quando ha dichiarato che tutte le nuove ed ulteriori misure.

PER RIMANERE INFORMATO SU TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO GUARDA IL TG DI YESLIFE.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *