brand-identity:-sette-tendenze-da-rebold-antevenio

Brand Identity: sette tendenze da Rebold Antevenio

Una forte Brand Identity (immagine aziendale) permette di creare e rafforzare legami con clienti e potenziali clienti

brand identity rebold antevenio

Creare una forte brand identity (immagine aziendale) è un fattore determinante per affrontare un mercato saturo di opzioni e possibilità, con aziende immerse in una concorrenza costante per cercare il miglior posizionamento.

Mostrare la propria identità e comunicare i valori della propria immagine aziendale serve non solo a distinguersi dai competitor ma anche a creare, rafforzare e rendere trasparenti i legami con clienti e potenziali clienti. Ma attenzione, nessun brand è eterno e quindi insostituibile. I trend che fino a ieri erano efficaci, oggi potrebbero essere obsoleti, quindi non rimane che reinventarsi e rimanere sempre aggiornati. Ci sarà sempre un’alternativa differente, basta cercarla!

Per la costruzione di una brand identity efficace, bisogna considerare non solo il design o il logo, ma bisogna tener conto anche di altri aspetti fondamentali, quali: la personalità, l’immagine e l’esperienza che un’azienda comunica agli utenti.

Sulla base di queste considerazioni sulla costruzione di un’immagine aziendale forte, l’agenzia digitale Rebold Antevenio ha individuato 7 nuove tendenze che stanno emergendo in termini di brand e design del brand che potrebbero dare un forte impulso alle aziende.

Ecco in dettaglio i trend per una brand identity più forte:

Responsabilità sociale: è importante che i brand dimostrino responsabilità sociale d’impresa, con ragioni sociali e ambientali. In questo modo, le aziende non solo traggono vantaggio in termini di immagine aziendale (brand image), ma contribuiscono anche ad aiutare la società e a renderla migliore.

Umanizzare il brand: ai consumatori piace vedere “l’anima” del brand. Collegare il brand a persone reali permette alle aziende di comunicare i propri valori in modo trasparente ed efficace, avvicinandole alle persone.

Marketing nostalgico: per far dimenticare ai consumatori l’estenuante routine della loro vita nell’era digitale, è possibile ricorrere al marketing della nostalgia per raggiungere un’immagine aziendale vantaggiosa. La nostalgia è infatti una delle emozioni più potenti in grado di giocare un ruolo centrale nel processo decisionale.

Mix policromo: per creare la loro brand identity, molte aziende hanno accantonato il tradizionale utilizzo di colori semplici per provare una varietà più espressionista. Un trend che inizia a farsi largo: i colori non convenzionali hanno una grande intensità e varietà che esprime meglio le emozioni. Per un brand usare il giusto mix di colori può rivelarsi una strategia molto efficace, non dimentichiamo che il colore è uno dei fattori fondamentali che indirizza le scelte degli utenti.

Largo ai Social Commerce: il social commerce è una tecnica che permette alle aziende di utilizzare i social come canali di vendita diretta. In questo modo facilitano l’esperienza di acquisto degli utenti, promuovendo il brand. Del resto la pandemia ha cambiato le abitudini di consumo delle persone, facendo crescere in maniera significativa il canale delle vendite online.

La geometria espande il brand: un trend in espansione è anche quello di utilizzare modelli geometrici come estensione del brand, per creare un’immagine aziendale peculiare. Far ricorso a grandi blocchi di grafica da posizionare come sfondo al design aziendale all’interno di una pubblicità, di un post, di un banner può aumentare l’esperienza degli utenti con il brand.

Dirette sui Social: l’uso di video e trasmissioni in diretta sui social da parte dei brand è una pratica già collaudata sul tema dell’immagine aziendale Accrescere l’awareness e la consideration attraverso dirette, demo, lanci, etc, permette infatti alle aziende di costruire un rapporto di vicinanza con gli utenti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *