can-marques-e-“once-upon-a-place”,-il-fascino-discreto-dell’arte-contemporanea

Can Marqués e “Once Upon a Place”, il fascino discreto dell’arte contemporanea

Can Marqués, dimora signorile medievale con 700 anni di storia situata nel centro di Palma di Maiorca, ospita “Once Upon a Place”, singolare mostra collettiva di arte contemporanea. Diretta come casa-museo da Nieves Barber, l’edificio conserva un prezioso cortile del XVII secolo e interni di pregio risalenti all’epoca barocca e romana. La mostra nasce dall’invito della Direttrice a Óscar Florit, proprietario della galleria L21, e presenta un percorso espositivo che esalta l’essenza architettonica e decorativa dei diversi ambienti della mansion. L21, con la collaborazione di Ian Waelder, ha invitato alcuni artisti internazionali ad interpretare, con i loro lavori, lo spirito delle diverse stanze della casa. La selezione e la disposizione è stata concepita considerando ogni opera d’arte alla stregua di nuovo, silenzioso inquilino di Can Marqués.

Can Marqués e “Once Upon a Place”. ph. Neus Pastor

Dall’ingresso fino al piano superiore, passando per il cortile, ciascun artista è stato chiamato ad “abitare” ogni location con un’opera originale rispettando le sue peculiarità architettoniche, morfologiche e storiche. Il risultato è una suggestiva carrellata di stili e punti vista differenti, tutti capaci di esaltare le caratteristiche salienti di questo palazzo dal passato prestigioso. Ecco gli artisti partecipanti e i vari ambienti oggetto della mostra: Patio: Valerie Krause. Stanza 1 (Entrata): Jordi Ribes. Stanza 2: Iman Issa. Stanza 3: Felix Treadwell. Stanza 4: Karl Holmqvist. Stanza 5 (Camera da letto 1): Tbc. Room 6 (Prechapel): Dara Friedman. Stanza 7 (Chapel): Bas Jan Ader. Stanza 8 (Ingresso Cucina): Kemang Wa Lehulere. Stanza 9 (Cucina): Stanza 10 (Ingresso Dining Room) Jaime Hayón. Stanza 11 (Dining Room): Lúa Coderch. Stanza 12 (Camera da letto 2): Alejandro Leonhardt & artist Tbc. Room 13 (Dressing Room): Simon Demeuter. Stanza 14 (Studio): Ignacio Uriarte. La mostra è realizzata in collaborazione con The Estate of Bas Jan Ader/Mary Sue Ader Andersen & Meliksetian | Briggs, Los Angeles e Galleria Franco Noero, Torino.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *