canopy-by-hilton:-modernita-e-tradizione-a-san-paolo-del-brasile

Canopy by Hilton: modernità e tradizione a San Paolo del Brasile

L’Edifício Stella, originale complesso residenziale di San Paolo del Brasile, e un innovativo progetto architettonico di Marchi Arquitetura affidato alla competenza di Magalhães Estúdio. Nasce da questi presupposti l’iniziativa che intende ristrutturare e dare nuova vita all’edificio progettato da Crocce, Aflalo e Gasperini nel 1960. Magalhães Estúdio, diretto dall’architetto Maria Magalhães, è responsabile del design degli interni del Canopy by Hilton São Paulo Jardins. «La riqualificazione degli interni del Canopy, un modo per migliorare l’immagine della città, per me è motivo di grande orgoglio» spiega Maria Magalhães. «La stessa riqualificazione degli spazi urbani è un tema che mi ha sempre coinvolto». Lo studio ha cercato fin da subito di coniugare raffinatezza e innovazione, rispettando l’architettura, il design e la storia di San Paolo. Per ridefinire l’identità dell’hotel è stata scelta una tavolozza che attraversa tutti gli ambienti, una scala cromatica dove sono presenti principalmente toni naturali e caldi.

Canopy by Hilton, Magalhães Estúdio

Il colore rispecchia le tante identità di San Paolo, capace di cambiare di segno grazie alla luce e alle sue angolazioni. A questi criteri rispondono gli interventi di Paulo Mendes da Rocha (ristorante e bagni), del graffitista brasiliano Speto (la facciata), della ceramista Nathalia Favaro (la hall) e della pittrice Marcella Riani (il bar). Per le stanze l’ispirazione è venuta dalla poesia, così presente nella città, dall’architettura modernista e dalla musica di Caetano Veloso. Il design della testiera segue formato e concetto del marchio Canopy e viene interpretato ovunque in modo unitario. Nel mezzanino, le fioriere e le panchine di legno circondano tutto il perimetro della terrazza, creando uno spazio verde dedicato agli eventi. Nella sala del bar, i cobogós – elemento importante dell’architettura brasiliana – permettono un’illuminazione ideale e si integrano perfettamente con la vista sul parco di Ibirapuera e lo skyline di San Paolo. Gli elementi della tradizione artigianale si mescolano con pezzi di design contemporaneo, come la poltrona Paulistano, di Paulo Mendes da Rocha, e degli Sketches di Lina Bo Bardi, che bene si abbinano con i pezzi disegnati all’Aldeia Beija Flor, in Amazzonia, trasformati in lampade nella zona bar. Nel ristorante e nella sala ascensore, le applique di Ana Neute fondono un look contemporaneo con la tradizione della Jalapão Golden Grass.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *