capitale-donna,-la-campagna-per-avvicinare-le-donne-alla-finanza,-incontro-giovedi-17-in-cattolica.

Capitale Donna, la campagna per avvicinare le donne alla finanza, incontro giovedì 17 in Cattolica.

“L’iniziativa non è soltanto lodevole, ma utile più che mai” Si esprime così l’onorevole Giulio Centemero, Capogruppo Commissione parlamentare Finanze, in merito a “Capitale Donna”, la campagna di comunicazione per avvicinare l’universo femminile a quello degli investimenti, ideata dall’agenzia Scai, specializzata nei rami del fintech e crowdinvesting e titolare del blog Equity crowdfunding news  “In un momento di aumento dei prezzi, la liquidità per famiglie e imprese è sempre più difficile da reperire tramite il canale bancario ed ecco che l’investimento del risparmio privato può davvero fare la differenza apportando risorse ai canali alternativi”.

Investimento che però sembra restare, al momento, appannaggio prevalentemente maschile. Secondo una ricerca condotta dalla banca tedesca online N26, circa il 60% della popolazione femminile europea crede che gli uomini abbiano ancora una grande predominanza nel settore della finanza; le donne investono il 29% in meno rispetto alla controparte maschile (con una media di 857,52 euro del reddito lordo mensile) e la difficoltà maggiore (per il 54% delle intervistate) risiede nella mancanza di denaro.

Per un’indagine dell’Università Cattolica, realizzata in collaborazione con Banca Widiba, in Italia, una donna su tre non percepisce una fonte di reddito propria e soltanto una su venti ne ha una integrativa. La propensione all’investimento è inoltre frenata dal pregiudizio: i consulenti finanziari sarebbero più inclini a illustrare, con dovizia di dettagli, un prodotto o un servizio quando si trovano a dialogare con un uomo, invece che con una donna. Il quadro è reso peggiore dalla scarsa educazione finanziaria in Italia (penultimo paese del G20 su questo tema) e non migliora di molto anche in presenza di donne che hanno intrapreso studi economici, dato che soltanto la metà di queste dimostra esperienza in investimenti finanziari, contro il 65% degli uomini.

La soluzione di questo problema potrebbe venire dalla politica. “Ho presentato un progetto di legge sull’educazione finanziaria- dichiara l’onorevole Centemero- che va proprio nella direzione di educare le italiane e gli italiani a investire. In commissione Finanze già nella passata legislatura abbiamo affrontato il tema è continueremo a farlo anche in questa puntando anche anche a ridurre il gender gap.”

La campagna Capitale Donna si articola in una serie di messaggi, diffusi sui social, declinati in quattro topics: Borsa, mercato, quotazione e azioni, che, da un lato, richiamano argomenti di carattere economico, dall’altro, però evocano immagini e stereotipi associati all’universo femminile (la borsa come oggetto, il mercato perché la donna si occupa della spesa domestica, le quote rosa). A ciò si aggiunge un calendario, in divenire, di eventi e iniziative virali, rivolti a operatori e appassionati di finanza e impresa e non solo, che accompagneranno quest’ultima parte dell’anno e tutto il 2023. Il prossimo sarà il 17 novembre, con l’intervento di Edoardo Lozza, docente di Psicologia dei consumi e del marketing, presso l’università Cattolica di Milano e di Serena Auletta co-founder della piattaforma di equity crowdfunding 2meet2biz.

“Siamo davvero molto soddisfatti della grande visibilità che sta avendo la nostra campagna Capitale Donna,  cui hanno aderito con entusiasmo oltre 40 partner che ci stanno supportando nelle attività di diffusione. Inoltre, aver riscosso a livello istituzionale, l’interesse dell’On. Giulio Centemero, ci rende particolarmente orgogliosi e ci spinge a portare avanti il progetto con la realizzazione di nuove iniziative, come il prossimo evento del 17 novembre” afferma Silvia Favulli, project manager di Scai Comunicazione

Capitale donna è una campagna supportata da YourGroup, Lumen Ventures, Qonto, Millionaire, InnovUp, Over Ventures, Seed Money, Social Woman Talk, Dock3, Federitaly, Iban, Aurora Fellows, BizPlace, Associazione 3040, Grownnectia, Mamazen, Marsh Yellow, Seedble, Spremute digitali, DoorWay, Avvocati.net, Assofintech, Aiec, Gamma Donna, Startup Bakery, Moneyfarm, Crowdinvest Italia, Carriere.it, Club Deal Online, Milano Notai, Machiavelli Music, Backtowork, HiFounders, SheTech, Ateneo Impresa, Fintastico, Nexecutive, Rigel, 2meet2biz, RoundCapital. Nomi cui se ne stanno aggiungendo altri, che rendono, di giorno in giorno, sempre più lunga la lista dei supporter dell’iniziativa.

Scai Comunicazione è aperta al contributo di tutti e sta raccogliendo idee e risorse dalla comunità economica e la società civile.

Per partecipare all’evento con Serena Auletta e Edoardo Lozza, il 17 novembre, alle ore 17.00, basta accedere al link dell’evento su Facebook o Linkedin.

Per informazioni e aggiornamenti: www.capitaledonna.it

Related Posts