colori-e-forme-per-ripercorrere-un-decennio-di-successi

Colori e forme per ripercorrere un decennio di successi

Caleidoscopica ci porta alla scoperta degli ultimi dieci anni della carriera di Olimpia Zagnoli

Il tempo delle attese è finito, soprattutto per gli amanti della cultura e dell’arte. Dopo più di un anno, nonostante ci siano ancora delle severe restrizioni a riguardo, le persone possono finalmente ricomincire a frequentare dal vivo gli i musei, le mostre e gli spazi espositivi. In tutta Italia, piano piano si sta cercando di recuperare il tempo “perso” e di riorganizzare tutti quegli appuntamenti che a lungo sono stati rimandati, in particolar modo in campo artistico. A segnare una grande ripartenza in questo ambito c’è Caleidoscopica, il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli, che sospesa come tante altre a causa dell’emergenza sanitaria, aprirà il prossimo autunno negli spazi dei Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia. La mostra, che avrebbe dovuto inaugurare lo scorso novembre 2020 è stata riprogrammata per poter garantire ai visitatori la massima sicurezza e sarà visitabile da settembre 2021.

Palazzo Magnani Reggio Emilia mostre: Caleidoscopica è il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli

I cinquecenteschi spazi dei Chiostri si preparano dunque ad accogliere questo grande progetto, curato da Melania Gazzotti e organizzato da Fondazione Palazzo Magnani e Comune di Reggio Emilia, che ripercorre dieci anni della carriera di Olimpia Zagnoli, illustratrice di origine reggiana che ha saputo conquistare in pochi anni il mondo dell’editoria, della moda e della comunicazione con


una cifra stilistica inconfondibile, declinata in disegni, stampe, neon, tessuti, sculture in ceramica, legno e plexiglas e oggetti di uso comune.

Caleidoscopica, così è intitolata la mostra, sarà accompagnata dal catalogo pubblicato per l’occasione e già disponibile in preordine. Edito da Lazy Dog Press, casa editrice specializzata in libri di illustrazione e grafica, il libro presenta in circa 140 pagine una sequenza continua di associazioni, come un flusso di pensiero che crea connessioni a volte leggibili e altre volte misteriose tra le opere dell’artista.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *