come-cucinare-e-condire-la-pasta-fredda:-scopriamo-insieme-tutti-i-trucchi-per-non-sbagliare-piu

Come cucinare e condire la PASTA FREDDA: scopriamo insieme tutti i trucchi per non sbagliare più

PASTA FREDDA
(Canva photo)

La pasta fredda, soprattutto in estate, è un vero portento, colorata, fresca, ricca di sapore: è davvero un piatto irrinunciabile. Si presta in moltissime occasioni, pratica e veloce, ma scopriamo insieme tutti i consigli per cucinarla e condirla alla perfezione.

Oggi vi diremo tutti i trucchi per portare a tavola una pasta fredda perfetta, a partire dal formato della pasta stessa per arrivare poi al condimento, grazie a tutti questi passaggi essenziali da conoscere riuscirete a realizzare una pasta fredda che farà impazzire tutti.

LEGGI ANCHE-> Insalata di pasta con pomodori e mais: facile e veloce pronta in soli 10 minuti!

PASTA FREDDA PERFETTA grazie a questi trucchi

Azzeccare il giusto tempo di cottura e il giusto condimento non è sempre semplice quando si parla di pasta fredda, si rischia spesso e volentieri di far attaccare la pasta, oppure di scolarla troppo al dente, oggi scopriremo come fare per non sbagliare più, si parte dal formato di pasta da scegliere.

PASTA FREDDA
(Canva photo)

La pasta fredda in realtà grazie alla sua versatilità si presta per qualsiasi formato di pasta ovviamente tra quella più usata c’è sicuramente la pasta formato corto, quella che meglio riesce ad incorporarsi con i vari ingredienti del condimento è sicuramente il formato fusilli, per non parlare poi dei rigatoni e le penne, troppo buoni!

In aggiunta a tutti i tipi di pasta che riescono a raccogliere bene i sughi e i condimenti vari si possono preparare delle buonissime paste fredde anche a base di spaghetti.

Arma fondamentale per garantirci una pasta fredda perfetta è infine la buona qualità della pasta che deve essere sempre di colore ambrato e mai troppo scura, questo equivale alla presenza di grano tenero oppure ad una elevata temperatura utilizzata durante la fase dell’essiccamento e che potrebbe alterare le proprietà dell’alimento.

LEGGI ANCHE-> L’insalata di pasta è troppo condita e dura? Fai attenzione ad alcuni errori

Inoltre…

La pasta non dovrà essere né scolorita e né avere macchie oppure ombre. Si parte quindi sempre da una pasta di ottima qualità. Per portare a tavola un’impeccabile pasta fredda bisogna necessariamente prestare attenzione alla cottura, se la cottura sarà perfetta, tutto il resto verrà da sé. Ricordiamoci sempre di utilizzare 1 l di acqua per ogni 100 g di pasta, la pentola deve avere i bordi alti e deve essere bella capiente, la temperatura dell’acqua durante la cottura della pasta deve essere costante, questo farà sì che non si incolli.

Il sale va aggiunto solo ed esclusivamente al momento di ebollizione dell’acqua, 10 g di sale ogni 100 g di pasta. Di sicuro sapete già che per preparare una pasta fredda il formato scelto va scolato un pochino al dente e quindi qualche minuto in meno rispetto a quello indicato sulla confezione, non serve assolutamente passare la pasta sotto acqua fredda, meglio scolarla e lasciarla invece raffreddare semplicemente.

Passare la pasta sotto acqua corrente non fa che eliminare lo strato di amido, fondamentale per far incorporare bene i vari condimenti. Per quanto riguarda il condimento, cosa andiamo a mettere nella pasta fredda? Non serve esagerare con gli ingredienti, bisogna privilegiare delle verdure di dimensioni più piccole rispetto alla pasta per realizzare dei piatti non solo buoni ma anche armoniosi ed equilibrati alla vista.

Per non fare attaccare la pasta fredda basterà, dopo averla scolata, versare un filo di olio extravergine d’oliva a crudo e mescolare. Dopodiché si passerà agli ingredienti. Evitate ad esempio i formaggi che vanno ad impastarsi troppo con la pasta come la robiola o il caprino. Molto bene per la mozzarella fresca, un alimento che si sposa alla perfezione, potete realizzare anche delle paste fredde di mare come ad esempio delle penne con tonno avocado e lime.

LEGGI ANCHE-> La PASTA PIU’ ORIGINALE DELL’ESTATE si prepara in soli 10 minuti

Anche con cozze e melanzane. Scopriamo ora come conservarla: la pasta fredda va preparata sì in anticipo ma non troppo, non più di tre ore prima. Per conservarla al meglio bisogna riporla in frigorifero nel punto meno freddo, una temperatura gelida rischierebbe infatti di danneggiare il sapore della pasta.

Ecco per voi dei semplici consigli, ora cimentatevi nelle più svariate paste fredde e godete di tutto il loro gusto, della loro bellezza e della loro praticità. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *