come-diventare-insegnante-scuola-primaria-e-secondaria-–-la-guida

Come diventare Insegnante Scuola Primaria e Secondaria – La guida

Come diventare Insegnante Scuola Primaria e Secondaria – La guida .

In questa guida analizziamo come diventare Insegnante per la Scuola dell’Infanzia, Primaria o Secondaria, e quali sono le strade da percorrere per ottenere tale qualifica.

Come diventare Insegnante Scuola Primaria e Secondaria – Compiti, requisiti e prove da superare

Chi è l’Insegnante Scuola Primaria e Secondaria?

L’insegnante scolastico è il docente professionista nel campo dell’istruzione, incaricato di istruire bambini e ragazzi accompagnandoli attraverso le varie fasi di crescita scolastica.

Inoltre, è importante fare una distinzione tra scuola Primaria e Secondaria.

L’Insegnante Scuola Primaria, infatti, contribuisce alla socializzazione e alla prima alfabetizzazione culturale dei bambini tra i 6 e gli 11 anni nell’ambito dell’istruzione obbligatoria attraverso la formazione e lo sviluppo cognitivo e psicologico individuale, nel rispetto delle diversità individuali.

L’Insegnante Scuola Secondaria, invece, si occupa di studenti di età compresa tra i 12-13 ai 18 anni. Le sue attività prevedono:
– insegnamento e verifica dell’apprendimento da parte degli studenti;
– contribuisce all’organizzazione dell’attività didattica;
– mantiene i rapporti con i genitori;
– concorre a tutte le attività necessarie per il buon funzionamento dell’organizzazione scolastica.

Come si diventa insegnante di scuola Primaria e Secondaria?

Ci sono diverse strade da percorrere per diventare insegnante scuola dell’Infanzia e Primaria o Scuola Secondaria.

Il titolo di studio indispensabile per diventare Insegnante varia a seconda della tipologia di scuola scelta (Primaria o Secondaria): continuando a leggere l’articolo potrai trovare l’analisi di tutti i titoli di studio validi per ciascuna posizione.

Inoltre, una volta ottenuto il titolo di studio è possibile diventare insegnante scuola dell’Infanzia e Primaria o scuola Secondaria in diversi modi, tra cui:
– ottenere incarichi di supplenza con l’inserimento nelle graduatorie;
– inoltrare la messa a disposizione;
– partecipare al concorso a cattedra.

Quali sono i requisiti per diventare Insegnante Infanzia e Primaria di ruolo?

Per poter diventare Docente di Scuola Infanzia e Primaria di ruolo è necessario uno dei seguenti titoli di studio:
– laurea in Scienze della formazione primaria;
oppure
– diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia entro l’anno scolastico 2001/2002;
– analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal MIUR.

Inoltre, tutti i titoli di studio precedentemente elencati sono abilitanti all’insegnamento.

Com’è articolato il Concorso Scuola Infanzia e Primaria?

Il Concorso Scuola Infanzia e Primaria prevede:
– eventuale prova preselettiva, svolta al computer per verificare le capacità logiche, di comprensione del testo e della conoscenza della normativa scolastica;
– prova scritta, con tre quesiti sulle metodologie didattiche e sulla lingua inglese;
– prova orale, che consiste nella progettazione di un’attività didattica.

Inoltre, puoi leggere maggiori dettagli relativi al Concorso Infanzia e Primaria nelle nostre guide apposite:
Come partecipare al Concorso Infanzia e Primaria;
Come studiare per il Concorso Infanzia e Primaria.

Quali sono i requisiti per diventare Insegnante di Scuola Secondaria di ruolo?

Per diventare Insegnante di Scuola Secondaria è solitamente richiesto uno dei seguenti titoli di studio:
– abilitazione specifica per la classe di concorso;
– laurea magistrale/specialistica coerente con la classe di concorso a cui si intende partecipare e i 24 crediti formativi universitari o accademici (CFU/CFA) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;
– abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, in aggiunta al titolo di accesso alla classe di concorso.

A questo proposito, possiamo offrirti un valido servizio a un prezzo molto vantaggioso, per maggiori informazioni clicca qui.
24 CFU e Master ecampus

Quali sono le prove del Concorso Scuola Secondaria?

Le prove del Concorso Scuola Secondaria, invece, sono le seguenti:
– eventuale prova preselettiva, svolta al computer per verificare le capacità logiche, di comprensione del testo e della conoscenza della normativa scolastica;
– prima prova scritta, con quesiti a risposta aperta volti a verificare le conoscenze delle discipline della classe di concorso scelta;
– seconda prova scritta, con due quesiti a risposta aperta volti sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche;
– prova orale, con un colloquio volto a valutare il grado di conoscenza di una lingua straniera europea e di elementi di informatica.

Inoltre, per scoprire tutti i dettagli relativi al Concorso Scuola Secondaria leggi le nostre guide apposite:
Come partecipare;
Come studiare.

In che modo si possono ottenere incarichi di supplenza?

È possibile diventare Insegnante Scuola Primaria e Secondaria iniziando con incarichi di supplenza percorrendo una delle seguenti strade:
– inserimento in graduatoria;
– inoltro della messa a disposizione (MAD).

Inoltre, ottenere un incarico di supplenza prima di diventare insegnante di ruolo è molto utile e facile, dato che spesso le graduatorie interne delle scuole non sono sufficienti a coprire tutte le esigenze.

Come posso inoltrare la messa a disposizione per diventare insegnante?

Se vuoi diventare insegnante Scuola Primaria e Secondaria inoltrando la messa a disposizione, possiamo offrirti un comodo servizio di compilazione automatica della domanda, in modo da massimizzare le possibilità di ottenere un incarico.

Per maggiori informazioni, leggi Come lavorare nelle scuole inoltrando la messa a disposizione.

Come diventare Insegnante Scuola Primaria e Secondaria – La guida .

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *