come-fare-i-savoiardi-in-casa?-consigli-e-ricetta

Come fare i savoiardi in casa? Consigli e ricetta

Se dico “savoiardi” cosa vi viene in mente? Sicuramente state pensando al tiramisù, che si prepara con una golosa crema al mascarpone e proprio una base di savoiardi bagnati nel caffèMa se state pensando che i savoiardi siano ottimi solo come ingrediente del tiramisù vi sbagliate di grosso!

La loro origine risale alla metà del 1300 quando, per accogliere i reali di Francia presso la corte dei Savoia, Re Amedeo VI ordinò al proprio cuoco di preparare un particolare biscotto per omaggiare gli ospiti. Il successo fu immediato e i cosiddetti “savoiardi” vennero replicati e tramandati, fino ad arrivare ai giorni nostri. E proprio su questo classico biscotto, usato dall’inzuppo nel cappuccino alla preparazione di dessert come il tiramisù o di torte come una charlotte ai frutti di bosco, che vogliamo soffermarci oggi. Partendo dagli strumenti e passando per una chicca sugli ingredienti, vediamo come fare i savoiardi in casa!

RESTOCK images/shutterstock.com

Gli strumenti

Fruste per montare le uova, spatola per mescolare gli ingredienti, un passino per setacciare le polveri e naturalmente una sac à poche: ecco gli strumenti necessari per realizzare i savoiardi in casa! 

Planetaria o frusta elettrica

A meno che non siate esperti pasticceri abituati a montare a mano, vi suggerisco di aiutarvi con una planetaria o almeno con una frusta elettrica, perché il lavoro durerà parecchi minuti. Albumi e tuorli infatti dovranno essere montati a lungo, fino a triplicare di volume

Spatola di legno in silicone

Vi suggerisco di avere una spatola in silicone a portata di mano, per inglobare le due masse prima e la farina dopo. Ricordate di fare movimenti lenti e delicati per non smontare il composto.

Fascinadora/shutterstock.com

Stampo e tasca da pasticcere

In pasticceria esiste uno speciale stampo da savoiardi proprio per fare in modo che siano tutti uguali. Potete acquistarlo facilmente a un costo contenuto o, in alternativa, procedere anche a mano. 

Quello che proprio non può mancare è una sac à poche e con bocchetta larga, che servirà a dare ai savoiardi la loro classica forma. Se non ne avete a disposizione una potete fare un cono con la carta da forno, arrotolando molto bene la parte stretta e tagliando la punta con le forbici. In alternativa usate una bustina per alimenti, usando una punta a mo’ di bocchetta, dopo averla tagliata.

Carta forno

Per bloccare la carta forno sulla teglia, utilizzate un po’ di burro: in questo modo non si sposterà mentre create i savoiardi. Con l’impasto nella sac à poche realizzate i bastoncini, cercando di farli tutti della stessa lunghezza. E se questo non dovesse accadere non è un problema: ogni cosa fatta a mano presenta qualche piccola imperfezione, che poi è ciò che la rende speciale! Se invece volete creare dei savoiardi a regola d’arte, disegnate dei rettangoli su un foglio di carta forno e aggiungetene un altro sopra: utilizzate la sac à poche sulle sagome e avrete tutti i savoiardi della stessa lunghezza.

Come fare i savoiardi: gli ingredienti necessari

Quando preparate i savoiardi fatti in casa, ricordate che tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente, soprattutto le uova. Ecco poi cosa ti serve per completare l’impasto.

Uova fresche 

La freschezza delle uova è uno degli elementi che contribuisce la buona riuscita dei savoiardi. Dovrete prima di tutto separare gli albumi dai tuorli e montarli in due ciotole distinte: i rossi dovranno diventare spumosi fino a triplicare di volume, mentre i bianchi dovranno avere l’aspetto della panna montata ben ferma.

Zucchero semolato e zucchero a velo

Servono entrambi, non solo per l’impasto ma anche per la decorazione finale che darà quel tocco di croccantezza tipica dei savoiardi. Quando avrete creato tutti i bastoncini, infatti, dovrete prima spolverizzare con lo zucchero semolato, poi con quello a velo: è questa doppia copertura che farà venir fuori la classica doratura. 

Jiri Hera/shutterstock.com

La farina e la fecola

Come per la maggior parte dei dolci, meglio usare una farina 00. Inoltre è necessario aggiungere anche un parte di fecola di patate per fare in modo che l’impasto sia “ben fermo”. È importante che entrambi gli ingredienti vengano setacciati prima di essere aggiunti alla montata di uova.

Gli aromi

Per dare una nota di gusto in più potete usare buccia di limone grattugiata, semi di bacca di vaniglia o, se volete preparare la versione “scura” dei savoiardi, anche una puntina di cacao

Come cuocere i savoiardi

Per i savoiardi non occorre una cottura lunga. Quello che è invece importante è una temperatura alta. Infornate solo quando il forno è già ben caldo, a 200 °C e in modalità statica, sistemando la teglia a un’altezza media in modo che il calore arrivi uniformemente. Lasciate lo sportello semi aperto e cuocete i biscotti per meno di dieci minuti. 

Savoiardi fatti in casa: la ricetta

Jiri Hera/shutterstock.com

Preparati gli strumenti e visti i passaggi fondamentali della preparazione dei savoiardi, ora possiamo metterci finalmente all’opera con questa ricetta.  

Ingredienti per circa 40-50 biscotti

  • 6 tuorli
  • 6 albumi
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di farina
  • 50 g di fecola di patate
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • q.b. di burro per la teglia

Per la decorazione

  • q.b. di zucchero semolato
  • q.b. di zucchero a velo

Procedimento

  1. Dividete gli albumi dai tuorli e teneteli in due capienti ciotole. Versate metà dello zucchero negli albumi e iniziate a montare fino a rendere il composto fermo, molto simile alla panna montata. 
  2. A parte versate la restante parte di zucchero nei tuorli e montate fino a renderli chiari e spumosi: tenete presente che dovranno triplicare di volume. Aggiungete poi la buccia grattugiata del limone e mescolate ancora
  3. Con una spatola in silicone prelevate una parte di albumi e inglobatela nei tuorli, mescolando delicatamente. In questa fase evitate le fruste elettriche ma fate movimenti lenti per non smontare il composto. Setacciate poi la fecola di patate e farina e unite un po’ alla volta, sempre delicatamente, mescolando dall’alto verso il basso.
  4. Sistemate la carta antiaderente su una placca e bloccatela con un po’ di burro o di olio, per fare in modo che non si sposti. Trasferite il composto in una sac à poche con il beccuccio liscio e largo. Iniziate a formare i bastoncini di circa 7 centimetri di lunghezza. Ricordate di distanziarli un po’ in modo che durante la cottura non si sovrappongano. 
  5. Terminata la formazione dei biscotti iniziate a cospargerli prima con lo zucchero semolato poi, con un passino, mettete anche lo zucchero a velo.
  6. Accendete il forno a 200 °C in modalità statica. Sistemate i biscotti al centro e cuocete per 8-9 minuti lasciando lo sportello leggermente aperto. 
  7. Una volta cotti, i savoiardi vanno lasciati raffreddare. Se volete un vero effetto da inzuppo, lasciateli asciugare due giorni all’aria aperta. Potete conservarli in una scatola di latta, dove si manterranno per una decina di giorni. 

Che ne pensate di questi consigli su come fare i savoiardi? Avete mai provato a prepararli?

Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui “Di più”; “Di piùTv Cucina”; “RadioCorriere Tv”; “Onda Tv”; “Messaggero Tv”. Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, “Che cavolo cucino, oggi?”. Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, “perché è un ricordo d’infanzia e perché”, dice, “quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane”. Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, “perché altrimenti… il pasto non è finito”.

Related Posts