consigli-per-il-tuo-marketing-natalizio

Consigli per il tuo marketing natalizio

Pronto con il tuo marketing natalizio? Perché sì, quando mi riferisco al “marketing natalizio” non mi riferisco solamente ai giorni della Vigilia di Natale, di Natale, Santo Stefano e Capodanno, ma al periodo Dicembre-Gennaio nella loro interezza e in ogni anno della tua vita lavorativa da ristoratore. Iniziamo.

1) Progetta menù PERFETTI per delivery e take-away

L’esperienza con centinaia di attività mi insegna che il delivery e il take-away, durante le festività comandate, hanno ancora molto da dire e rappresentano una grande opportunità per arrotondare il fatturato.

Quest’anno la situazione “festività comandate” e “ponti” non è delle migliori, ma si difende benissimo.

Sono la bellezza di 12 giorni dove potrai fare tutto esaurito con facilità. Ma vuoi un consiglio? Non ti limitare a fare il tutto esaurito DENTRO al tuo locale. Fallo anche FUORI.

Cosa intendo? Facile: durante gli scorsi lockdown abbiamo visto che i clienti adorano, in queste occasioni, ordinare menù già pensati per le loro esigenze, evitando di cucinare pranzi e cene per tutta la famiglia. Lo dico perché vedo le vendite impennarsi durante questi periodi.

È successo così nel 2021, quando i nuclei famigliari erano ridotti per via delle politiche anti-assembramento e succederà anche quest’anno nel 2022: gli italiani non rinunceranno a festeggiare e si riuniranno, e alcuni di essi ordineranno cibo d’asporto e con consegne a domicilio.

Marketing Natalizio

Ecco, il nostro consiglio è di pensare a tutti i menù con largo anticipo e di progettarli perché diano il loro meglio in consegna e asporto. Significa che:

• Non “impuntarti” sul consegnare a tutti i costi prodotti “finiti”. In occasione delle feste comandate, dove i clienti tengono a fare belle figure con i propri ospiti, sono disposti anche a lavorare un poco per raggiungere il loro scopo. Quindi, alcuni prodotti potranno essere consegnati come semi-lavorati, quindi sottovuoto, in atmosfera modificata o comunque pensati per essere rigenerati a casa dal cliente. Così le paste fresche potranno essere consegnate ancora da cuocere, con i sughi a parte. Prodotti da forno potranno essere consegnati leggermente indietro di cottura, per terminarla nel forno casalingo, e così via.

• Puoi pensare a dei veri e propri “kit” per la preparazione dei pasti a casa.

• Pensa a dei piatti che diano il meglio sulle lunghe distanze, quindi evita piatti che possano “scuocere”, deperire o rovinarsi nel tragitto tra il ristorante e la casa dei clienti.

2) Gift Card. Gift card ovunque: il Marketing Natalizio che non ti aspettavi

A Natale si fanno i regali. E le Gift Card sono i regali PERFETTI per Natale e festività. Alcune riflessioni in tema:

• Eliminano il pain of paying, il dolore associato al pagamento e alla “separazione” dal proprio denaro, quindi i clienti tenderanno a spendere di più del valore nominale della carta. Ad esempio, la Gift Card ha un valore di 50€? Molto probabilmente ti troverai dei clienti disposti a spenderne ben di più. Preparati e non avere paura e remora di upsellare la qualunque!

• Attenzione al packaging. Il valore percepito è ciò che conta. Ergo non dimenticarti dei fondamentali: il packaging deve essere coerente e funzionale. Puoi ispirarti su Pinterest o altri siti simili, ma fai in modo che il pack delle tue Gift Card parli di te, della tua identità e delle tue caratteristiche.

Non dimenticare di dare una data di scadenza (massimo 6 mesi) alla tua Gift Card. È importante per due ragioni: la prima è che senza scadenza finiresti per non erogare il servizio (e perderesti la possibilità di acquisire nuovi clienti) e la seconda è che non è bello vedersi riscuotere una Gift Card dopo due anni dalla data di acquisto (storia vista e rivista, purtroppo!)

Marketing Natalizio

3) Invia ai tuoi clienti e potenziali clienti un biglietto di auguri

Hai mai ricevuto un biglietto di auguri dal tuo ristorante preferito o da un ristorante che non conoscevi? Io no. Ed è proprio il motivo per il quale ti incito a farlo. Inviare un biglietto di auguri a casa di clienti e potenziali clienti ha una forza dirompente, perché sfrutta il principio della reciprocità teorizzato da Robert T. Cialdini. Il professor Cialdini spiega il funzionamento del principi: facendo qualcosa di buono o disinteressato per qualcuno, prima o poi quel qualcuno farà lo stesso per noi.

Il principio non funziona sempre e in qualsiasi condizione, ma al verificarsi di queste tre:

1.  Il gesto deve essere significativo (meaningful)

2. L’azione deve essere inaspettata (unexpected)

3. Il tutto può e deve essere personalizzato (taylored)

Inviare ai tuoi clienti (o potenziali) un biglietto di auguri personalizzato è un modo semplice ed economico per fare due cose:

• Farti conoscere oppure fare in modo che chi ti aveva dimenticato si ricordi nuovamente di te;

• Sfruttare la reciprocità ed entrare nelle grazie di nuovi clienti, che non solo saranno felici e stupiti positivamente del tuo gesto, ma saranno anche più inclini a darti una possibilità!

Non esiste praticamente nessun ristoratore che faccia gli auguri in modo così sincero e disinteressato ai clienti nelle proprie zone. E tu potresti essere proprio il primo.

Buon marketing natalizio!


Related Posts