conversazioni-sul-futuro-dell’abitare.-scavolini:-ambienti-integrati

Conversazioni sul futuro dell’abitare. Scavolini: ambienti integrati

«La nuova quotidianità ha imposto un cambio di paradigma nel modo di concepire e vivere la casa e di conseguenza di progettare gli arredi», afferma Fabiana Scavolini, Amministratore Delegato di Scavolini.

Fabiana Scavolini, Amministratore Delegato di Scavolini

La vostra risposta a questa evoluzione?

«Abbiamo creato, da tempo, un’offerta non solo per la cucina, ma anche per il living, il bagno e la cabina armadio, in linea con un’idea di ambienti integrati e polifunzionali, in cui gli spazi abbandonano una connotazione tradizionale. È stata una naturale evoluzione dettata dalla volontà di rispondere alla domanda del mercato, che ricerca sempre più spesso soluzioni coerenti con il concept di “home total look”».

Scavolini Formalia

Può fare degli esempi?

«BoxLife, il programma di armadiature che nasconde i diversi ambienti della casa, e Gym Space, la linea d’arredo che integra sala da bagno e palestra. Sono due collezioni oggi più che mai attuali e rappresentative non solo della rinnovata centralità della casa nelle nostre vite, ma anche della nostra capacità di cogliere i trend futuri dell’arredo».

Scavolini Formalia

Andando oltre i prodotti?

«ArchitettoOnLine, il servizio di consulenza progettuale online, con cui rivenditori e consumatori possono condividere la loro esperienza di acquisto in digitale e non solo presso un punto vendita tradizionale».

Scavolini Bagno Aquo Gym Space

La tecnologia è così importante?

«In Scavolini ci siamo sempre immaginati la sua centralità nel futuro del progetto e della cucina, che è storicamente lo spazio per eccellenza deputato ad accogliere l’innovazione. In tale ambito, l’interazione tra gli arredi e i device diventerà sempre più rilevante. È proprio sull’ampliamento e sull’innovazione di prodotti, servizi, materiali e finiture che punteremo in futuro per rispondere alle nuove esigenze».

Scavolini Bagno Idro Gym Space

Trovate l’articolo completo nel numero di AD in edicola.

Per abbonarti ad AD, clicca qui.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *