coronavirus,-il-bollettino-di-oggi-giovedi-13-maggio:-31-morti-in-puglia,-24-in-campania.-ecco-i-nuovi-casi-covid-e-le-regioni-che-cambiano-colore

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 13 maggio: 31 morti in Puglia, 24 in Campania. Ecco i nuovi casi Covid e le regioni che cambiano colore

Il bollettino coronavirus di oggi mercoledì 13 maggio 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi giovedì 13 maggio 2021 sarà pubblicato su questa pagina come di consueto intorno alle ore. L’ultimo bollettino coronavirus di ieri mercoledì 12 maggio registrava 262 morti e 7.852 nuovi contagi su 306.744 tamponi molecolari e antigenici. In ospedale 1.992 pazienti in terapia intensiva, 14.280 nei normali reparti.

Tutte le ultime notizie di oggi

Ma veniamo dunque ai dati di oggi.

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 13 maggio 2021

articolo aggiornato alle ore 15:18 clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: — (ieri 7.852)
  • Casi testati: — (ieri 93.786)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): — (ieri 306.744)
    • molecolari:  — (ieri 166476 di cui 7529 positivi pari al 4.52%)
    • rapidi:  — (ieri 140268 di cui 319 positivi )
  • Attualmente positivi:  — (ieri 352.422)
  • Ricoverati:  — (ieri 14.280) 
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: — (ieri 1.992, 91 nuovi ingressi)
  • Deceduti dopo un tampone postivo: — (ieri 123.544)
  • Totale casi positivi dall’inizio della pandemia:  — (ieri 4.131.078)
  • Totale Dimessi/Guariti:  — (ieri 3.655.112 )
  • Vaccinati: 7.892.785 persone pari al 12,76 % della popolazione, 25.431.022 le dosi somministrate

    ovvero l’86% delle 19.964.880 dosi consegnate da Pfizer, delle 2.583.100 consegnate da Moderna e dei 6.668.880 vaccini AstraZeneca e 342.800 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 453.070 dosi (di cui 155mila seconde dosi) rispetto alle 500mila auspicate dal piano vaccinale. 
  • Chi ha avuto il vaccino. La campagna vaccinale ha visto somministrate ad oggi 13 maggio 2021 il seguente numero di dosi: 6.700.029 dosi a over 80; 3.946.024 a settantenni; 2.412.139 a sessantenni. Quanto alla messa in sicurezza delle strutture socio assistenziali risultano vaccinati con 677.040 dosi gli ospiti delle Rsa, 4.900.349 dosi a soggetti fragili e caregiver, 3.348.364 a operatori sanitari e 934.378 a lavoratori del comparto sanità. Risultano inoltre che 1.294.958 dosi siano state destinate a professori o personale scolastico e 382.706 a agenti delle forze dell’ordine. 835.035 dosi sono invece finite a persone non ricomprese nelle categorie per le quali è già stata aperta la campagna vaccinale. 

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.​

Di seguito le zone in area rossa*:

*Che cosa si può fare in zona rossa.

Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Scuole aperte fino alla prima media. Le lezioni di seconda e terza media, licei, istituti tecnici si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Di seguito le zone in area arancione**:​

  • Valle d’Aosta: 29 nuovi contagi e nessun decesso.  Saldo ospedalizzati: ti -1 (6), ricoveri +2 (21)
  • Sicilia : — , ieri 607 nuovi casi e 22 decessi. Saldo ospedalizzati Ti -8 (125), ricoveri -40 (919)
  • Sardegna: — , ieri 96 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -2 (38), ricoveri -20 (254)

**Che cosa si può fare in zona arancione.

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22, autocertificazione per uscire dal proprio comune. Scuole aperte, ma licei e istituti tecnici in Dad almeno al 50 per cento. Per bar e ristoranti asporto dalle 5.00 alle 18.00 senza restrizioni. ono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

  • Piemonte: — , ieri 774 nuovi casi e 18 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3 (145), ricoveri -59 (1599)
  • Liguria: — , ieri 143 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +2 (49) ricoveri -24 (350)
  • Lombardia: — , ieri 1.198 nuovi casi e 36 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6 (448) , ricoveri -115 (2.441)
  • Trentino: 53 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -2 (18), ricoveri +2 (50) 
  • Alto Adige: — , ieri 84 nuovi casi e nessun decessi. Saldo ospedalizzati: stabili (Ti 6, ricoveri 46) 
  • Veneto: 468 nuovi casi e 9 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3 (135), ricoveri -33 (946) 
  • Friuli Venezia Giulia: 100 nuovi casi e 8 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (18), ricoveri -22 (98)
  • Emilia Romagna: 618 nuovi casi e 18 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -15 (163), ricoveri -40 (1199) 
  • Marche: — , ieri 230 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: -21 (Ti 51, ricoveri  352) 
  • Toscana: 651 nuovi casi e 21 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (187), ricoveri -36 (978).
  • Umbria: — , ieri 77 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti +2 (22), ricoveri -7 (133)
  • Abruzzo: 89 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -4 (20), ricoveri -11 (235) 
  • Lazio: — , ieri 633 nuovi casi e 22 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -11 (244), ricoveri -86 (1732) 
  • Campania: 1110 nuovi casi e 24 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -11 (105), ricoveri -22 (1285) 
  • Molise: — , ieri 26 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: -17 (Ti 51, ricoveri 356)
  • Puglia: 554 nuovi casi e 31 decessi. Saldo ospedalizzati: -93 (1.383) 
  • Basilicata: 91 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (10), ricoveri -1 (131).
  • Calabria: — , ieri 280 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (28), ricoveri -12 (402)

***Che cosa si può fare in zona gialla.

Ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto. Al chiuso dal 1 giugno e solo a pranzo. Sì a sport all’aperto, anche di squadra e di contatto, ma senza poter utilizzare gli spogliatoi. Piscine dal 15 maggio, palestre l’1 giugno. Riaprono musei, cinema, teatri e live club ma con limitazioni di spazio. Fino al 15 giugno un solo spostamento una volta al giorno verso un’abitazione privata, in un massimo di 4 persone. Scuole aperte, superiori in presenza almeno al 70%. 

Le zone in area bianca****:

****Che cosa si può fare in zona bianca.

Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Coronavirus, le ultime notizie

Dal 17 maggio quindi l’Italia sarà molto realisticamente tutta zona gialla con l’eccezione della Valle D’Aosta, che dovrà attendere il monitoraggio del 21 maggio per scalare definitivamente nella fascia di minore rischio e con minori restrizioni. Da lunedì prossimo pertanto Sicilia e Sardegna dovrebbero passare in zona gialla. Per tre regioni inoltre si aprono tra poche settimane scenari da zona bianca, quella con restrizioni ultra-light.

Quanto al coprifuoco lunedì 17 maggio prevista la riunione a palazzo Chigi per decidere lo spostamento dell’orario: a partire da lunedì 24 maggio dovrebbe essere quindi spostato dalle 22:00 alle 23:00. Più difficile l’estensione delle aperture fino alla mezzanotte.

Tuttavia presto dovrebbero cambiare i parametri per le riaperture: se una proposta tecnica definitiva è attesa entro domenica, la bozza di progetto è già stata pubblicata e prevede tre nuove soglie per il cambio colore: si guarderà all’incidenza, con un numero minimo di tamponi, e all’Rt ospedaliero e non più l’Rt sui sintomatici.

Ricordiamo inoltre che il commissario per l’emergenza coronavirus ha dato facoltà alle Regioni e Province Autonome di avviare, a partire dal prossimo lunedì 17 maggio, le prenotazioni per le vaccinazioni anche per i quarantenni.

Come va la pandemia

L’India ha superato per il secondo giorno consecutivo i 4 mila morti per Covid-19, mentre i nuovi casi hanno toccato quota 360 mila. Continua quindi a essere grave la crisi sanitaria provocata dall’esplosione dei contagi nel subcontinente, dove alcuni Stati sono stati costretti a sospendere le vaccinazioni nella fascia di eta’ tra i 18 e i 44 anni per la mancanza di dosi. I nuovi 4.120 decessi portano il totale delle vittime della pandemia in India a quota 258.317, un numero superato solo da Stati Uniti e Brasile.

Si parla di

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *