crostata-morbida-con-namelaka-al-limone-e-fragole,-facile-per-un’occasione-speciale

Crostata morbida con namelaka al limone e fragole, facile per un’occasione speciale

crostata morbida con namelaka al limone e fragole, facile per un’occasione speciale
crostata morbida con namelaka al limone e fragole, facile per un’occasione speciale

Oggi vediamo insieme come fare la crostata morbida con namelaka al limone.

Una squisita base morbida alle mandorle che racchiude una crema namelaka al limone, senza uova e tanto goloso cioccolato bianco. La torta può essere decorata con ogni tipo di frutta, ma le fragole sono davvero perfette! 

crostata morbida con namelaka al limone e fragole, facile per un’occasione speciale

Crostata morbida con namelaka al limone

Chef: Anna Salomone

Cerchi un dolce facile per festeggiare un’occasione speciale? Prova la crostata morbida ripiena di crema al limone e fragole… una delizia da provare assolutamente!

Preparazione 1 h

Cottura 40 min

Tempo totale 1 h 40 min

Portata Crostate e Torte da colazione

Cucina Italiana

Porzioni 8 Persone

Calorie 229 kcal

Cosa occorre per fare la crostata morbida con namelaka al limone

    Per la base morbida

    • 120 g mandorle senza pelle macinate finemente o farina di mandorle
    • 85 g farina
    • 85 g fecola di patate
    • 1 vasetto yogurt
    • 125 ml olio di semi
    • 3 uova
    • 200 g zucchero
    • 1 buccia limone grattugiata
    • 1 limone spremuto e filtrato
    • 20 ml limoncello
    • 1 bustina lievito per dolci
    • 1 pizzico sale

    Per la bagna

    • 300 ml acqua
    • 150 g zucchero
    • 50 ml limoncello
    • Q.b. di scagliette di cioccolato bianco e di confettura di albicocche

    Per la namelaka al limone

    • 170 g cioccolato bianco
    • 2,5 g gelatina in fogli
    • 100 ml latte intero fresco
    • 5 g glucosio liquido
    • 200 ml panna fresca liquida
    • 60 ml succo di limone filtrato
    • 1 buccia limone grattugiata

    Come fare la crostata morbida con namelaka al limone

    • Preparare la crema il giorno prima, ha bisogno di un minimo di 12 ore in frigo per cristallizzare.

    Preparare la namelaka

    • Tritare finemente il cioccolato e fondere dolcemente a bagnomaria.

    • Ammollare la gelatina in acqua (la quantità di acqua deve corrispondere a 5 volte il peso della gelatina).

    • Portare il latte all’ebollizione, spegnere ed unire il glucosio, mescolare ed aggiungere la gelatina strizzata.

    • Mescolare accuratamente per farla sciogliere e distribuire uniformemente.

    • Versare sul cioccolato fuso un terzo del latte, mescolare con una spatola partendo dal centro e arrivando ai bordi; ripetere i passaggi con gli altri due terzi del latte, mescolando finché non si ottiene un prodotto liscio ed omogeneo.

    • Inserire la panna fredda, mescolare brevemente ed emulsionare con un mixer ad immersione, tenendolo spinto sul fondo per non incorporare aria.

    • Infine amalgamare il succo di limone e la buccia grattugiata. Coprire con pellicola a contatto e riporre in frigo per minimo 12 ore.

    Preparare la crostata morbida

    • Montare le uova con lo zucchero e il sale.

    • Aggiungere lo yogurt e l’olio a filo continuando a montare.

    • Con una spatola incorporare la farina e la fecola setacciate insieme al lievito, poi la farina di mandorle e infine il succo di limone, la buccia grattugiata e il limoncello.

    • Versare il composto nello stampo furbo da 28 cm imburrato e cosparso con farina di semola. Se non ce l’hai, puoi comprare lo stampo furbo a prezzi scontati su Amazon.

    • Cuocere in forno preriscaldato a 165 gradi per 15 minuti. Diminuire la temperatura a 160° e proseguire la cottura altri 10 minuti.

    • Fare la prova stecchino per verificare la cottura.

    • Sfornare, far raffreddare e sformare capovolgendo il dolce sul vassoio.

    Preparare la bagna

    • Raccogliere acqua e zucchero in un pentolino, mescolare e far bollire 2-3 minuti.

    • Spegnere ed aggiungere il limoncello.

    • Far raffreddare.

    Assemblaggio del dolce

    • Bagnare il dolce con lo sciroppo di zucchero al limoncello, senza inzuppare troppo (si può anche evitare la bagna, il dolce è morbido).

    • Con qualche cucchiaio di confettura di albicocche diluita con un po’ di bagna e setacciata, lucidare il bordo superiore e la circonferenza. Fare aderire le scagliette di cioccolato bianco.

    • Prendere la namelaka che si sarà rassodata e lavorarla con una frusta per renderla spumosa.

    • Nell’incavo del dolce versare e livellare la crema.

    • Disporre la frutta e lucidare.

    Related Posts

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *