danni-ai-semafori,-cartelli-rotti,-bagni-nella-fontana:-festa-e-qualche-eccesso-in-citta

Danni ai semafori, cartelli rotti, bagni nella fontana: festa e qualche eccesso in città

Tanta gioia. Ma, come spesso accade, anche qualche eccesso.

Sono durati fino a notte fonda i festeggiamenti in città per la vittoria dell’Italia a Euro 2020.

Dopo i calci di rigore, un fiume di persone si è riversato per le vie del centro: tra bandiere tricolori, striscioni, fumogeni, qualche petardo e cori di sfottò ai rivali inglesi; chi a piedi, auto, motorino, bicicletta o monopattino. Superfluo sottolineare l’assenza di distanziamento sociale, accompagnata dalla scarsità di mascherine e dall’abbondanza di urla e canti.

Secondo alcuni residenti, il silenzio per le vie centrali di Bergamo non è calato prima delle 3,30. Per adesso, Palafrizzoni segnala il danneggiamento dei semafori di piazza Matteotti (a regolare il traffico lunedì mattina c’erano i vigili urbani), e di alcuni impianti di irrigazione del centro città. Anche qualche cartello stradale è stato abbattuto.

Intorno alle 5 del mattino, i tecnici di Aprica erano già al lavoro per ripulire le strade da bottiglie e cartacce, proprio come a Capodanno.

Sui social network, invece, circolano le immagini di un bagno “vietato ai minori” nella fontana di piazza Pontida. Uno spettacolo che ovviamente non è passato inosservato, e che qualcuno ha prontamente immortalato col cellulare pubblicandolo in Rete.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *