ddl-zan,-milano:-al-via-la-manifestazione-promossa-dai-sentinelli-con-‘bella-ciao’-di-milva

Ddl Zan, Milano: al via la manifestazione promossa dai Sentinelli con ‘Bella Ciao’ di Milva

La versione di ‘Bella Ciao’ cantata da Milva, la cantante da poco scomparsa, ha aperto ufficialmente la manifestazione promossa dai Sentinelli a Milano per chiedere di votare al più preso il disegno di legge Zan contro l’omotransfobia. Presente fra gli altri Francesca Pascale, l’ex compagna di Berlusconi.

Francesca Pascale, ex compagna di Silvio Berlusconi 

La Milano dei diritti è tornata in piazza. Con le bandiere e le magliette arcobaleno, con le mascherine e con gli appelli al distanziamento rilanciati di continuo dal palco – “Siamo ottomila” hanno annunciato gli organizzatori – si sono ritrovate all’arco della Pace per dire #temposcaduto.

L’appuntamento si è aperto nel nome di Milva, con la sua Bella ciao risuonata in piazza. Poi, gli interventi. Bipartisan la presenza dei politici. Dal deputato Alessandro Zan, che dà il nome alla legge contro le discriminazioni, al forzista Elio Vito alla senatrice Alessandra Majorino. 

Dall palco hanno parlato Susanna Camusso, Malika, la ragazza cacciata di casa dalla madre perché lesbica. E poi l’intervento atteso del deputato Zan. “Una grande e bella manifestazione – ha commentato il deputato milanese dem Emanuele Fiano – una dimostrazione che c’è un mondo intero che aspetta dalla politica la difesa dalle discriminazioni e dalla violenza di genere, e noi siamo qui per questo”.

Zan: “Approvare una legge di civiltà che tuteli i più vulnerabili”

“Le persone e i cittadini vogliono far sentire la loro voce e chiedere alle istituzioni di approvare una legge di civiltà”. Lo ha dichiarato il deputato Alessandro Zan, a margine della manifestazione in corso all’Arco della pace a Milano per l’approvazione del Ddl che porta il suo nome. “L’Italia è un paese civile e la stragrande maggioranza delle persone vuole una legge che tuteli le persone più vulnerabili – ha aggiunto Zan – Viviamo in una società ancora intrisa di odio e pregiudizi e discriminazione per questo è importante dare una tutela.

Questa non è una legge sulle minoranze ma contro i crimini di odio. Tutti potrebbero essere colpiti da questi crimini per questo è importante approvarla”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *