ecco-a-chi-vanno-i-fondi-di-sala:-“moltiplicati-di-10-volte-gli-aiuti-agli-stranieri”

Ecco a chi vanno i fondi di Sala: “Moltiplicati di 10 volte gli aiuti agli stranieri”

30 Aprile 2021 – 13:35

A Milano le misure di sostegno al reddito vengono erogate per lo più alle famiglie straniere: la denuncia del consigliere della Lega Silvia Sardone

Ecco a chi vanno i fondi di Sala:

Chi sono i beneficiari delle misure di sostegno al reddito di Milano? Silvia Sardone, consigliere comunale del capoluogo lombardo ed europarlamentare della Lega ha effettuato quattro interrogazioni in consiglio comunale. Le risposte ottenute hanno evidenziato un fortissimo squilibrio nell’erogazione in favore dei cittadini stranieri residenti nel comune di Milano, con un incremento esponenziale durante il 2020, anno d’inizio della pandemia di coronavirus. “Le cifre che mi sono state fornite dal Comune di Milano in merito alle mie interrogazioni sul tema delle quattro misure di sostegno al reddito fanno davvero impallidire e sono emblematiche dell’anti-italianità della sinistra milanese“, spiega Silvia Sardone in una nota con la quale rende pubbliche le risposte per ogni singola interrogazione.

I dati delle 4 misure

La misura 1 è diretta ai nuclei familiari con minore/i a carico. I numeri ottenuti da Silvia Sardone sono impressionanti: “Nel 2020 sono state ammesse 1.800 famiglie: 1.646 straniere e appena 154 italiane. Le famiglie straniere sono più che raddoppiate rispetto al 2019, quando a fronte di 770 domande accolte 692 erano stato presente da non italiani e 78 da italiani“. A parte l’evidente incremento nell’ultimo anno, frutto della pandemia e delle chiusure che hanno lasciato a casa tantissimi lavoratori, quello che salta all’occhio è il divario tra erogazioni a nuclei familiari stranieri e italiani, nettamente sbilanciato verso i primi.

La misura 2 è diretta ai nuclei familiari composti da uno o anche più adulti, di età compresa tra i 18 e i 64 anni senza minori a carico e con una percentuale di invalidità fino al 73%. In questo caso, spiega la Sardone, “se nel 2019 il Comune aveva accolto 127 domande (32 italiani e 95 stranieri), nel 2020 – anno del covid – sono state ammesse 1.200 famiglie al contributo, di cui 136 italiane e 1.064 straniere“. A tal proposito il consigliere fa una considerazione: “Gli immigrati che ricevono il sostegno al reddito sono aumentati di dieci volte nel giro di un anno. Ma la sinistra riesce perlomeno ad accorgersi di questi squilibri spropositati? Perché gli italiani vengono sempre, e ripeto sempre, dopo gli stranieri? Il sindaco Sala dia una spiegazione ai milanesi: dica perché continua a vessare gli italiani“.

Il risultato non cambia nemmeno con le altre due misure di sostegno al reddito dove, anzi, c’è stato il sorpasso nell’ultimo anno. Per la misura 3, diretta ai nuclei famigliari in cui vi è almeno una persona in possesso di un certificato di disabilità e/o invalidità civile oltre il 73%, nel 2020 hanno beneficiato 67 famiglie straniere a fronte di 31 italiane. Nel 2019 erano 43 italiane e 31 straniere. Significativi anche i dati della misura 4, diretta ai nuclei famigliari in cui vi è almeno una persona con oltre 64 anni di età, che è finita in gran parte a stranieri: 278 famiglie contro le 157 italiane. Nel 2019 se ne contavano 215 italiane e 52 straniere.

Italiani cittadini di serie B

È evidente come questi numeri certifichino l’ideologia imperante della sinistra: questo è vero razzismo nei confronti degli italiani, sistematicamente scavalcati in ogni graduatoria che riguarda le politiche sociali“, ha tuonato Silvia Sardone, che poi attacca: “Col Pd alla guida della città i milanesi sono destinati a essere considerati cittadini di serie b e ciò non è più tollerabile. Serve un deciso e netto cambia di marcia, possibile solo con un’amministrazione di centrodestra“.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *