edoardo-stoppa-prima-e-dopo-la-dieta-e-la-definizione,-trasformato-in-pochi-mesi-(foto)

Edoardo Stoppa prima e dopo la dieta e la definizione, trasformato in pochi mesi (Foto)

E’ un cambiamento incredibile per Edoardo Stoppa ma solo perché dalla foto del prima alla foto del dopo ci sono davvero pochissimi mesi. Una dieta sana e il giusto allenamento curato da un bravissimo professionista e così Edoardo Stoppa ha potuto dire addio ai pochi chiletti in più e dare il benvenuto al suo nuovo corpo. A 51 anni Stoppa posa fiero sul suo profilo social e sa già che la sua esposizione sta per attirare tante critiche di chi pensa che lo faccia solo per vantarsi, per mettersi in mostra. Certo un po’ di soddisfazione ce l’ha anche lui e quando si ammira si piace, quando indossa qualcosa si sente in gran forma ma il messaggio dell’inviato di Striscia la notizia va oltre. Ben definito, senza pancetta e tutto muscoli, il marito di Juliana Moreira ha iniziato il suo percorso a fine febbraio e dopo tre mesi e mezzo il risultato è da incorniciare.

EDOARDO STOPPA SODDISFATTO DOPO LA DIETA E IL GIUSTO ALLENAMENTO

Per dieta intende il mangiare sano: “La prima foto risale a fine febbraio. La seconda è di qualche giorno fa – ha quindi mostrato il prima e il dopo – Con impegno, un buon coach e una dieta sana, si possono ottenere i primi risultati in pochissimo tempo” e il risultato è evidente.

“Sto pubblicando queste foto non perché voglio mettermi in mostra, anzi so che mi aprirò a mille commenti (troppo magro, troppo grosso, troppo di qua, troppo di là) – Edoardo Stoppa prova ad anticipare le critiche –  l’obiettivo invece è quello di essere uno stimolo per chi ha voglia di intraprendere un percorso per rimettersi in forma”.

Ha quindi spiegato che non è solo un discorso estetico: “Essere in forma vuol dire far scomparire i dolorini e gli acciacchi, far passare il mal di schiena, sollevare tuo figlio senza problemi, non aver problemi a fare uno scatto per rincorrere l’autobus e soprattutto, vedere gli esami del sangue che migliorano”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *