file-nelle-vie-dello-shopping-e-feste-nelle-piazze:-assembramenti-e-multe-da-milano-a-napoli-nell’ultimo-giorno-in-arancione

File nelle vie dello shopping e feste nelle piazze: assembramenti e multe da Milano a Napoli nell’ultimo giorno in arancione

Non sono ancora scattati gli allentamenti delle restrizioni, previsti da lunedì, che le persone si sono già riversate in strada in tutta Italia creando inevitabili assembramenti. Folla a Milano, Napoli, Torino, con le persone che si sono accalcate per fare shopping lungo le vie più popolari e frequentate delle città, con le forze dell’ordine che hanno effettuato numerose contravvenzioni.

Milano, folla sui Navigli: oltre 200 multe

L’ultima notte di sabato è stata una baraonda sui Navigli a Milano. Migliaia di ragazzi hanno affollato le strade e fanno la coda davanti ai locali per bere e mangiare. Quasi vuota per contrasto la Darsena. A testimoniare l’atmosfera da fine del lockdown, le decine di bottiglie di birra e di bicchieri di plastica lasciate sulle balaustre lungo i Navigli. E i cestini della spazzatura ricolmi. Tantissimi i ragazzi presenti, molte meno le mascherine e soprattutto la distanza di sicurezza. La polizia, intervenuta per disperdere i giovani, ha sanzionato in tutto 71 persone, quasi esclusivamente giovani studenti universitari tra i 20 e i 26 anni. Altre 133 multe sono state eseguite per organizzazione di feste e cene proibite.

I Romani in centro, nei parchi e sul litorale di Ostia: la polizia limita gli assembramenti

Oggi, in occasione della festa della Liberazione, molti romani hanno scelto il centro della Capitale, i parchi e il litorale per passeggiare. In molti, approfittando della giornata di sole, hanno scelto i parchi per un giro in bicicletta, una passeggiata o per fare sport. Gli assembramenti sono stati limitati dalle forze dell’ordine, che bloccavano il passaggio delle persone alle spiagge. Inoltre è stata chiusa la centralissima Via del Corso.

Napoli, fiume di persone in via Toledo: 25 ragazzi multati

Una folla incredibile anche lungo via Toledo, a Napoli, nell’ultimo giorno prima della zona gialla che scatterà da lunedì. Moltissime le persone che si sono riversate nelle delle strade dello shopping di Napoli. In tanti ne hanno approfittato per una passeggiata, molti poi quelli che si sono diretti nei negozi, alcuni dei quali hanno riaperto da pochi giorni. Folla all’esterno così come per le strutture della ristorazione che consentivano l’asporto. Lunghe code e assembramenti anche al Vomero e Chiaia. Ieri sera, in piazza Dante si è registrato un maxi assembramento di oltre 220 persone nel centro storico del capoluogo campano. Erano quasi tutti giovani intenti a ballare e bere e per disperderli sono dovute intervenire 10 pattuglie di polizia. Sono state fermate e sanzionate 25 persone perché sprovviste di mascherina.

Feste con centinaia di persone a Bologna: scontri con al polizia

Anche a Bologna si sono registrati molteplici assembramenti e feste. Duecento persone alle 21 erano in piazza Puntoni, in zona universitaria, a ballare e bere. All’arrivo dei militari, intenti a disperdere gli assembramenti, ci sono stati lanci di bottiglie contro le forze dell’ordine e scontri di vario tipo. Diverse auto in sosta sono state danneggiate dai rivoltosi. Il gruppo è arretrato fino a piazza Scaravilli, senza accennare ad andarsene. Sempre a Bologna, al parco di Villa Angeletti, nella zona Bolognina, si sono radunate questa mattina centinaia di persone per una festa a ritmo di musica a volume altissimo e fumogeni. A segnalare l’evento tramite il suo profilo Facebook è stato il deputato di Fratelli d’Italia, Galeazzo Bignami, che denuncia il “doppio pesismo di cui godiamo a Bologna, in cui le regole e le sanzioni valgono soltanto per le persone perbene” e promette un’interrogazione a riguardo al ministro Lamorgese.

Torino, file sotto i portici di via Roma

Assembramenti anche a Torino, che nell’ultimo giorno in zona arancione ha visto diverse persone riversarsi nelle vie del centro. Lunghissime file sotto i portici di via Roma e nei negozi di abbigliamento. Il tutto mentre i ristoranti e pizzerie allestiscono i dehors in vista della riapertura di lunedì. In tutto il capoluogo piemontese si è registrato traffico intenso, con diverse auto in fila in cerca di un parcheggio. Folle di persone anche nei parchi cittadini, come la Pellerina. Al piazzale Valdo Fusi si sono radunati gli amanti dello skateboard e dei pattini a rotelle che hanno fatto dell’area il loro punto di ritrovo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un’informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Bologna, rave party senza regole al parco: decine di giovani ballano e fanno festa assembrati e privi di mascherine – Video

next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *