follonica-hockey-–-hrc-monza-4-4.-il-poker-di-julian-tamborindegui-e-un-enorme-filippo-fongaro-regalano-un-punto-al-teamservicecar-–-monza-news

Follonica Hockey – HRC Monza 4-4. Il poker di Julian Tamborindegui e un enorme Filippo Fongaro regalano un punto al Teamservicecar – Monza-News

Il Monza torna da Follonica con un pareggio che…lascia l’amaro in bocca. La febbre all’ultimo minuto blocca Piozzini e Ardit e Santi Chambella dopo nemmeno 24 ore dal suo sbarco in Italia, si trova suo malgrado lanciato in serie A1. Uscendone con grande classe.

I ragazzi di Colamaria dimostrano di aver lavorato bene e si presentano al rientro dopo la sosta in grande spolvero. E con una immensa prova di carattere portano a casa un punto d’oro. Ma nell’economia del risultato pesano come un macigno i 2 cartellini blu rifilati a Tornè e Galimberti nel momento chiave dell’incontro.

Padroni di casa in vantaggio con Montigel, ma Tamborindegui trova la stoccata del pari, insaccando il provvisorio 1-2 (9′). Fongaro è strepitoso, mentre tutta la squadra mette in pista una grande intensità difensiva.

I padroni di casa pareggiano ad un minuto dall’intervallo e nella ripresa ribaltano il punteggio con Davide Banini (3-2 all’8′)

Alla distanza emerge il carattere dell’HRC, che impatta nuovamente con lo scatenato Tamborindegui.

Tra il 12′ e il 14′ due episodi oltremodo dubbi condannano il Monza Prima un cartellino Blu, affibbiato a Torné, “reo” di esser uscito con una pallina pulita da un contrasto, poi una successiva espulsione viene sanzionata a Galimberti per di un fallo di reazione. Decisione corretta, ma è giunta solamente dopo un evidente affossamento da parte del più giovane dei Banini allo stesso capitano monzese.

In mezzo a due sviste clamorose Tamborindegui firma in inferiorità numerica il rigore del provvisorio 3-4. E anche qui, seguendo il metro arbitrale, l’aggancio subito dall’argentino meriterebbe un cartellino.

Fischi che condizionano un match corretto, tra due squadre che si sono rispettate e che hanno lottato a viso aperto, in cui la ruggine per la ripresa dopo un lungo stop a tratti si è evidenziata in maniera marcata.

Soprattutto errori che, in un’ottica di una miglioria della disciplina, non si dovrebbero mai vedere.

A chiudere i conti sul 4-4 ci pensa Montigel, autore della solita prova maiuscola, mentre Fongaro chiude la saracinesca in una serata in cui i 4 tiri da fermo parati su 4 ai maremmani non dicono nulla sullo spessore della prestazione.

Tifosi presenti

Un pareggio che è stato “festeggiato” con 5 tifosi giunti da Monza a sostenere il Teamservicecar. Una trasferta infrasettimanale da 800 chilometri che merita un immenso “grazie” da parte della società e degli atleti.

Sabato sfida al Vercelli. In un imperdibile classico dell’hockey italiano.

foto e fonte integrale: Area Comunicazione Hockey Roller Monza

Sandro Coppola

Sandro Coppola

Sandro Coppola. Collaboro dal maggio 2014 per la testata Monza-News.it, arrivando a produrre più di 6000 articoli nel complesso. Sono attivo inoltre, a partire da fine 2018, per Football Wikiscout, una pagina calcistica presente su Facebook, Twitter ed Instagram di analisi, statistiche ed approfondimenti sul mondo del calcio. Alcuni dei miei pezzi vengono poi utilizzati dal sito Football Scouting.it. Dal 2012 mi diletto inoltre come dirigente o collaboratore esterno per società calcistiche dilettantistiche del lecchese e monzese. Seguo il Monza da 25 anni ma amo il mondo pallonaro in generale dall’infanzia e sono affascinato dalla cultura calcistica olandese. Appassionato anche di tennis, hockey roller e volley, sci alpino, non disdegnando il basket europeo e Nba.

Related Posts