gfvip,-giucas-casella-sui-suoi-poteri:-“sono-caduto-in-un-pozzo-da-piccolo”

GFVip, Giucas Casella sui suoi poteri: “Sono caduto in un pozzo da piccolo”

Un concorrente dalle tante storie, molte toccanti: Giucas Casella si sta facendo conoscere in questo GFVip e giorno dopo giorno racconta sempre di più sul suo passato. Nella notte, l’illusionista ha spiegato il modo in cui ha scoperto di avere dei poteri.

“Mia madre era sordomuta. Non è come oggi, ai tempi non si poteva fare molto. Io da piccolo sono cascato nel pozzo e urlavo. Eravamo in campagna, mia madre però non mi sentiva. Il pozzo non era profondo, ma potevo annegare, c’era molta acqua. Ragazzi ho urlato per tantissimo tempo, poi è accaduto qualcosa. Con la forza del pensiero lei è stata guidata in mio soccorso. Se voi siete fuori e comunicate con vostra madre, lei avvertirà. Ci sono così tante energie, forze speciali. Noi possediamo così tante cose che nemmeno sappiamo. Invece dico di non fissarsi su strane magie e carte, quelle sono altre cose fidatevi. Noi non abbiamo bisogno di troppe cose, abbiamo già le energie dentro. Io sono contro queste cose, tipo sedute spiritiche e cartomanzie. Chiariamo, che gli spiriti e gli esorcismi esistono. Così come chi pensa negativamente e ti arriva, l’invidia e le cose. Però non mi piacciono e sto lontano. Poi ci sono luoghi con energie brutte e altri con quelle belle. Qui dentro? alcuni angoli le hanno migliori altri peggiori”.

Giucas Casella poi ha voluto ribadire un concetto: “E ricordate che la vera magia è la medicina e la scienza

Giucas Casella scopre di avere dei poteri dopo l’incidente del pozzo

“Lo scampato pericolo tiene comunque desto lo stupore del padre che conduce il bambino dal sacerdote del paese per farlo benedire e in qualche modo “liberarlo” dall’anomalo spirito che lo “possiede”: è la cara figura di Don Sarullo a liberare i comprensibili timori dei Signori Casella, licenziando i poteri del futuro Giucas come un dono di Dio, profetizzando per lui un roseo avvenire. – si legge sul sito ufficiale di Giucas Casella – In età adolescenziale accade un altro episodio che rende consapevole dei suoi poteri lo stesso Giucas, il quale, rientrando dalla campagna s’imbatte in una vipera : colto da terrore resta impietrito a fissare il piccolo rettile che rimane paralizzato e immobile.Il repertorio degli avvenimenti “anomali” da quel momento si infittisce ed è lunga la lista dei compagni e dei professori che incombono inconsapevoli, vittime dei suoi esperimenti ormai gestiti con controllo e determinazione. Don Sarullo gli offre la prima occasione per spettacolarizzare i suoi poteri nel salone parrocchiale del paese: ha quattordici anni e guadagna il primo lungo applauso della sua vita”.

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOMEPAGE

Letture: 20

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *