green-pass-per-entrare-ai-musei-vaticani,-ce-l’ha-anche-il-papa

Green pass per entrare ai Musei Vaticani, ce l’ha anche il Papa

Green pass per entrare ai Musei Vaticani, ce l’ha anche il Papa. Tutte le informazioni utili.

green pass musei vaticani
Green pass per entrare ai Musei Vaticani (Foto di Corey Buckley su Unsplash)

Il 6 agosto scorso è entrato in vigore il Green pass obbligatorio, il certificato che attesta vaccinazione, guarigione o negatività al coronavirus, per accedere a luoghi pubblici e servizi. Il provvedimento è stato preso dal governo per limitare i rischi di contagio nei luoghi a chiuso e  affollati.

Così, da venerdì scorso bar e ristoranti hanno cominciato a chiederlo ai clienti che volevano sedersi al tavolo al chiuso (tranne la consumazione al bancone del bar dove non serve). Il documento, che si può esibire in cartaceo o in digitale dallo smartphone sulle app IO e Immuni, serve anche in palestra, in piscina, al teatro, al museo, al cinema, nei luoghi di cultura, anche all’aperto. È richiesto ai concerti, alle manifestazioni, agli eventi sportivi, fiere, congressi, sale gioco, parchi tematici e di divertimento.

Serve dunque per visitare anche monumenti e mostre e i luoghi di cultura si son già organizzati con avvisi e cartelli per i visitatori. Così come ha fatto l’Opera del Duomo di Firenze: il Green pass servirà per visitare la Cattedrale (ma non per partecipare alle funzioni religiose) e tutti i monumenti connessi (Cupola, Battistero, Campanile, Museo).

Il Green pass è richiesto anche per entrare ai Musei Vaticani nonostante facciano parte di uno Stato diverso dall’Italia. Lo Stato della Città del Vaticano, infatti, ha deciso di seguire le norme italiane come aveva già fatto in precedenza con le altre misure si prevenzione anti-Covid.

Leggi anche –> Pass sanitario obbligatorio in Francia: le regole dal 9 agosto

Green pass per entrare ai Musei Vaticani

Obbligo di Green pass per visitare i Musei Vaticani. È la decisione presa dal piccolo Stato pontificio, che ha deciso di adeguarsi alle leggi italiane sulle misure di prevenzione anti-Covid.

In una nota pubblicata sul sito ufficiale, si legge che dal venerdì 6 agosto 2021 e sino a diversa disposizione, l’accesso ai Musei Vaticani e a tutte le aree di loro pertinenza sarà consentito soltanto a quanti siano in possesso di  una Certificazione verde COVID-19 (Green Pass o certificazioni equivalenti).

Il personale preposto ai controlli potrà richiedere, oltre all’esibizione del certificato in formato digitale o cartaceo, quella del documento d’identità della persona, al fine di verificarne

l’effettiva titolarità.

Il consiglio ai visitatori è quello di arrivare ai Musei con la documentazione in regola e pronta all’uso, in modo tale da facilitare le operazioni di controllo e di accesso. Coloro che hanno effettuato una prenotazione in data antecedente alla comunicazione saranno comunque tenuti a presentarsi ai Musei con il Green pass. In mancanza di certificato potranno rivolgersi all’Ufficio Servizi e Rapporti con il pubblico ([email protected]) per avviare la pratica di rimborso.

Nel frattempo, anche il Vaticano ha adottato il suo Green pass per i cittadini del piccolo Stato e anche Papa Francesco avrebbe il suo certificato.

Il Green pass potrebbe essere chiesto ai fedeli anche per partecipare all’udienza del Papa del mercoledì.

Leggi anche –> Green pass obbligo per treni, aerei e navi. È ufficiale

Come visitare i Musei Vaticani

Musei Vaticani musei italiani online gratis
Musei Vaticani

Per la visita ai Musei Vaticani continuano ad applicarsi le precedenti regole di prevenzione come prenotazione obbligatoria online, che in questo periodo rimane gratuita (non si pagano i 4 euro normalmente previsti). Son previsti, inoltre, accessi contingentati con fasce di ingresso ogni 30 minuti. Al momento della prenotazione, si dovrà selezionare l’orario preferito tra la fasce di ingresso a disposizione. Per questo è richiesta la massima puntualità. Ad esempio, chi ha prenotato un ingresso alle ore 10.00, non potrà entrare prima di questo orario e avrà una soglia di tolleranza di massimo mezz’ora, fino alle 10.30. Oltre questo orario non potrà più accedere ai Musei e non avrà diritto al rimborso.

A chi ha prenotato una visita guidata è richiesto di presentarsi con 15 minuti di anticipo sull’orario di prenotazione per o svolgimento delle operazioni di accoglienza.

Ai visitatori sarà misurata la temperatura all’ingresso dei Musei Vaticani e non saranno ammessi coloro che abbiano una temperatura sopra i 37,5 gradi. Per accedere ai Musei e durante tutta la visita è obbligatorio l’uso della mascherina così come il distanziamento interpersonale di un metro.

Per maggior informazioni: www.museivaticani.va/content/museivaticani/it

Leggi anche –> Green pass al ristorante: tutti i Paesi in cui è richiesto

Pinacoteca vaticana min
Musei Vaticani, l’esterno della Pinacoteca (Foto di Sailko, CC BY 3.0, Wikimedia Commons)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *