ho-chiuso-con-lui-ma-ora-ho-voglia-di-rivederlo

Ho chiuso con lui ma ora ho voglia di rivederlo

Capita a tutte di ripensare all’ex, soprattutto se siamo stati tanto tempo insieme. E tre anni, com’è il caso dell’amica che ci ha contattato, non sono pochi. In un’età molto giovane significano che si è cresciuti insieme, scoprendo sé stessi e il mondo in una visione condivisa. Poi la storia è sfumata perché i sentimenti sono cambiati, come pure le esigenze, le priorità e le aspirazioni. Però la fine di un amore non è la fine del mondo: è un nuovo inizio da cui ripartire più consapevoli verso altri orizzonti.

Tra dubbi e nostalgia

Dunque, nuova vita, nuove attività, nuova forza. Giriamo pagina, pensiamo al lavoro, allo studio, a prenderci del tempo per noi stesse. Magari adocchiamo qualche tipo niente male che potrebbe anche piacerci. Però… però. Un filo di malinconia attraversa le nostre serate, mescolata alla nostalgia dei bei tempi, quando avevamo un fidanzato che ci conosceva bene e sembrava tutto più facile. E se avessimo sbagliato tutto? Se quella storia avesse avuto ancora tanto da dare? Le mani volano su whatsapp e inviamo al nostro ex un messaggio carino, spiritoso, tanto per fargli capire che lo pensiamo – ma senza impegno. E poi?

Illusioni in agguato

Pensare al nostro ex significa riconsiderare a tutto quello che è stato e che non c’è più. Forse la memoria degli anni “felici” ci conforta in un momento di particolare stress emotivo. I ricordi ci accarezzano il cuore quando siamo un po’ giù, ma di solito sono migliori della realtà che ci riportano in mente. Quindi attenzione alle illusioni: se è finita con lui, i motivi c’erano tutti. È inutile negarli o peggio ancora sentirsi in colpa per com’è andata. La vita scorre come un fiume. Se quella storia si è fermata è perché la corrente l’ha lasciata sulla riva. Ma noi siamo ancora in navigazione!

Ok, rivediamoci

Malgrado tutto, una vocina dentro di noi ci sussurra “Chiamalo! Vedetevi!”. Affrontiamo questa urgenza sapendo però che il passato è andato, le cose sono cambiate e i sentimenti persi non torneranno indietro. Se lui ci sta, diamoci appuntamento in un bar. Parlare davanti ad un caffè, con calma, ricordando come eravamo, sarà piacevole e divertente, ma non potrà far rivivere quello che è stato. È il nostro pezzo di vita insieme, il bel ricordo di noi due amanti e complici. Ma lasciamolo al nostro ieri. Il domani prevede altro.

Leggi anche: Pensi ancora al tuo ex? Scoprilo con il test

Paura del cambiamento

Talvolta si torna sui propri passi perchè non ce la sentiamo di affrontare una nuova storia, una nuova versione di noi stesse, un impatto con la vita che potrebbe metterci in discussione. Perché correre il rischio del cambiamento, quando stavamo tanto bene prima? Per il semplice motivo che il cambiamento è energia, evoluzione, rinnovamento. È futuro.

Voltare (davvero) pagina

La cosa migliore da fare per noi? Voltare pagina e mettere quel ragazzo nel nostro immaginario album dei ricordi. Possiamo  anche vederlo, scambiare whatsapp e vocali, ma dopo un po’ tutto questo perderà di senso. Parlarci sarà come rivedere un vecchio compagno delle elementari: baci, abbracci ma poi… cosa abbiamo ancora in comune? Cosa abbiamo da dirci? Che c’è di nuovo tra noi?

Un ex come amico… forse

Se siamo decise a mantenere i contatti con l’ex come amico, consideriamo che non lo sarà mai. Con lui abbiamo condiviso sentimenti e sesso, emozioni e intimità, lo stesso chewing gum e la stessa doccia. Di solito queste cose non si vivono con qualcuno che è “solo” un amico. Coscienti di questo, e nel rispetto della nuova relazione dell’ex, possiamo comunque continuare a sentirci per raccontarci le nostre quotidianità o chiedere un parere a qualcuno che ci conosce molto bene.

Ricominciamo o no?

Se percepiamo che la voglia di ritrovarci è reciproca, se ci sentiamo di nuovo innamorate e lui ci ricambia, dobbiamo parlarci con chiarezza. Ricominciare è un azzardo, ma potrebbe anche essere una sorpresa. Però se il nostro ex ha una storia, pensiamoci cento volte prima di fare questo passo. C’è in ballo un’altra persona che potrebbe soffrire molto.

Dobbiamo essere obiettive: vale davvero la pena tornare sui propri passi? Se la risposta è sì, e ci sono le condizioni, allora riproviamoci. Altrimenti accettiamo il futuro che arriva, i nuovi amori, le nuove emozioni. C’è un mondo tutto da scoprire.

Related Posts