i-ristoratori-prendono-le-distanze-dai-violenti:-“non-vogliamo-soldi,-vogliamo-solo-lavorare”

I ristoratori prendono le distanze dai violenti: “Non vogliamo soldi, vogliamo solo lavorare”

Stefano Pagliarini 12 aprile 2021 18:55

“Questo governo manda la gente fuori all’estero e noi qua a morire di fame”. Così Fabio Berti, ristoratore emiliano in trasferta a Roma per la manifestazione per chiedere al governo la riapertura delle attività spiega a Today.it le regioni che lo hanno spinto ad aderire all’evento “Io Apro”.

“Sono chiuso dal 25 ottobre. Io ho perso il 29,98% e prendo zero di ristori. Non siamo qua a chiedere soldi ma ci dovete far lavorare” spiega Fabio che poi spiega come il movimento abbia preso le distanze da chi all’inizio del pomeriggio ha dato vita a momenti di forte tensione con le forze dell’ordine.

Io Apro, la sfida della piazza: la diretta della manifestazione non autorizzata

Si parla di

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *