i-tre-minuti-di-celebrita-per-montorfano

I tre minuti di celebrità per Montorfano

Dimenticate (per poco) le liste d’attesa e i calendari saturi. In fase postpandemica, senza stranieri in coda, il Cenacolo è tornato visitabile con prenotazioni umane. Dall’oggi al domani. O poco più. Visto il lusso, il consiglio bizzarro è di ignorare Leonardo. O meglio, andateci per lui ma anche per il suo coinquilino. Perché l’Ultima Cena non è l’unica opera che brilla nel refettorio delle Grazie.

Dietro le spalle del pubblico estasiato dal capolavoro leonardesco, vive da cinquecento anni – senza traumi causati da una tecnica sperimentale, ma realizzata nei colori classici dell’affresco – una monumentale Crocifissione dipinta nel 1495 da Donato Montorfano.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *