IL CAVIALE ITALIANO LEADER NEL MONDO. CAVIAR GIAVERI

IL SEGRETO DI UN GRANDE CAVIALE MALOSSOL: I NOSTRI ALLEVAMENTI E UN HABITAT IDEALE

Il sapore delicato, anche quando è deciso. La consistenza sostenuta, espressione di freschezza inconfondibile. Un profumo morbido, rotondo, come l’approccio al palato. E l’assoluta garanzia qualitativa. Sono questi i tratti comuni del caviale malossol firmato Caviar Giaveri. Il perchè è evidente.

A differenza della maggior parte del caviale sul mercato, Caviar Giaveri non firma caviale acquistato da anonimi produttori internazionali e rivenduto con il marchio dell’azienda, ma alleva e trasforma totalmente nei suoi possedimenti ittici del nord Italia. La salatura segue il tradizionale metodo russo malossol (poco sale), la selezione delle uova avviene rigorosamente a mano, come anche il confezionamento.

Allevamento storioni

GLI STORIONI DEL NOSTRO CAVIALE: BELUGA, OSIETRA, SEVRUGA E MOLTI ALTRI

Caviar Giaveri alleva dieci diverse specie, il che permette di scegliere tra una ricca varietà di tipi di caviale eco–sostenibile.

Tutti gli storioni allevati da Caviar Giaveri sono specie di origine russa, fra i pregiatissimi esemplari vi è il celebre Huso huso (Beluga), il sopraffino Acipenser persicus (Osietra), il rinomato Acipenser stellatus (Sevruga) fino al più comune Acipenser baerii (Siberiano).

Ogni esemplare è accudito e seguito in ogni fase della sua crescita: ogni aspetto è curato minuziosamente per ricreare il miglior habitat (lo storione è specie protetta e l’allevamento ne tutela la sopravvivenza), garantendo il massimo rispetto per l’equilibrio dell’ecosistema. L’alimentazione, la temperatura dell’acqua, le condizioni di ogni storione, sono monitorati 24/7 da sistemi computerizzati e dal vigile controllo di personale esperto. Gli elevati standard raggiunti permettono di avere la tracciabilità totale del caviale prodotto.

Allevamento storioni

LA SALVAGUARDIA DELLO STORIONE PER LA QUALITÀ DEL CAVIALE

L’allevamento e la commercializzazione dello storione e del caviale sono tutelati dal Cites – Convenzione di Washington, che controlla il commercio internazionale delle specie di flora e fauna minacciate di estinzione. E Caviar Giaveri naturalmente opera nel totale rispetto di tali norme per la completa salvaguardia delle specie. Servono anni e anni, da 6 a 12, prima che lo storione sviluppi e maturi le sue uova. Ecco perchè il caviale, soprattutto quando proviene da allevamenti controllati, è un prodotto molto pregiato.

Oltre al tempo, numerose sono infatti le cure necessarie per allevarlo nelle migliori condizioni ambientali, alimentari e sanitarie. Il controllo della salubrità dell’acqua (proveniente da fiume e da pozzi geotermici) e il suo corretto equilibrio biochimico sono determinanti per la vita dello storione. Le grandi dimensioni delle vasche all’aperto, che riproducono perfettamente l’habitat naturale, l’utilizzo bilanciato di nutrienti adeguati, l’estrazione delle uova in ambiente protetto e la loro rapidissima conservazione a temperatura controllata, sono tutti aspetti che permettono a Caviar Giaveri di porsi al top nel mondo della produzione del caviale.

CONOSCERE LE QUALITÀ DEL CAVIALE A PARTIRE DALL’ETICHETTA

IMPARIAMO A LEGGERLA

Secondo il Codex Alilmentarius, il vero caviale è costituito dalle uova provenienti da pesci della famiglia degli Acipenseridae e Huso. Le uova di altre specie di pesce o di altri animali, o addirittura prodotti artificiali ottenuti con altre sostanze di origine biologica, anche se commercializzate con nomi pubblicitari ingannevoli o addirittura chiamate esplicitamente “caviale”, non sono caviale ma sostituti (succedanei) o imitazioni, che non possono essere lontanamente comparati al vero caviale per valore, raffinatezza di gusto, proprietà organolettiche.

Per conoscere cosa si acquista è molto importante saper comprendere l’etichetta apposta sul retro della confezione che rispetta le indicazioni sull’etichettatura proposte dalla “Convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali in pericolo di estinzione” (CITES), obbligatoriamente usate in tutto il mondo per le uova di storione. Questo è l’unico modo con cui il consumatore può apprendere le informazioni sulla specie di storione che ha prodotto quel caviale, l’origine, se pescato o allevato, il paese di provenienza, l’anno di produzione, il produttore e il lotto e nel caso, il riconfezionatore.

etichetta del caviale

QUALITÀ CERTIFICATA

Nell’ottica del continuo miglioramento, Caviar Giaveri si è certificata in conformità allo standard IFS FOOD.
Una qualità di alto livello è la base della filosofia di Caviar Giaveri. La stessa cura con cui produciamo i nostri prodotti vale anche per i nostri controlli: con la certificazione IFS Food, il rispetto di severi standard internazionali nella produzione e nella sicurezza dei prodotti alimentari è garantito da procedure di controllo riconosciute e indipendenti.

Lo standard IFS è riconosciuto a livello internazionale in ambito GFSI (Global Food Safety Initiative), è stato sviluppato con l’intento di definire i requisiti di sicurezza e qualità, nonché i criteri operativi che devono essere soddisfatti da parte di aziende operanti nel settore della produzione alimentare, al fine di adempiere a tutti gli obblighi previsti dalla normativa vigente e per la tutela del consumatore.

ECOSOSTENIBILITÀ DEL CAVIALE ALLEVATO

Lo storione è attualmente una delle specie in pericolo di estinzione incluse nella Convenzione di Washington, il cui allevamento e commercializzazione sono tutelati dal CITES (Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora).

Acquistare il caviale proveniente da un allevamento autorizzato e dotato di idonea etichettatura rappresenta un valido impegno a sostenere chi contribuisce, legalmente, alla salvaguardia di questa bellissima specie ittica. Scoraggiando il bracconaggio e la pesca barbarica dei pochi esemplari rimasti nel loro ambiente naturale e segnalando i canali illegali di vendita, che spesso trattano il caviale prodotto in condizioni igienico sanitarie precarie, aiutiamo la sopravvivenza di una specie che ha mantenuto per millenni le caratteristiche che aveva nella preistoria.
La fase più importante per ottenere un buon caviale è quella della crescita del pesce, quando gli equilibri della specie devono essere rispettati e l’ambiente dove gli esemplari vivono deve essere il più simile possibile a quello naturale. L’allevamento dello storione rappresenta quindi un valido supporto per preservare questa specie e per ripopolare anche i nostri fiumi dove in passato viveva uno storione autoctono, scomparso ormai da anni.

Caviar Giaveri è membro sostenitore della World Sturgeon Conservation Society.

La World Sturgeon Conservation Society è un’associazione internazionale di scienziati E Il suo scopo è quello di conservare le popolazioni di storioni esistenti in tutto il mondo.
La società persegue questo obiettivo favorendo la ricerca sullo storione, tenendo workshop e conferenze, promuovendo lo scambio di informazioni connesse agli storioni tra scienziati e politici, e informando l’opinione pubblica sugli storioni.

Caviar Giaveri è socio Api da più di trent’anni.

L’Associazione Piscicoltori Italiani (API) opera dal 1964 a fianco degli acquacoltori italiani come massimo organismo professionale di categoria, ha come scopo la tutela, lo sviluppo ed il consolidamento di tutte le attività di allevamento ittico sia in acque interne che in acque marine e salmastre. L’Associazione promuove tutti gli interventi in campo economico, scientifico, tecnico, assicurativo, professionale, sindacale e legale che sono necessari per conseguire tale obiettivo.

Caviar Giaveri alleva 10 specie differenti, ed è attulmente il parco storioni più vario del mondo.
L’allevamento si estende su una superficie di oltre 7 ettari, sulla quale si trovano più di 100 vasche che accolgono questa unica varietà di specie: Acipenser gueldenstaedtii (Storione Russo), Acipenser baerii (Storione Siberiano), Acipenser stellatus (Storione Stellato), Acipenser transmontanus (Storione Bianco), Acipenser persicus (Storione Persiano), Acipenser ruthenus (Storione Sterleto), Acipenser ruthenus albino (Storione Sterleto Albino), Huso huso x Acipenser baerii (Beluga x Siberiano), Huso huso x Acipenser naccarii (Beluga x Adriatico), Huso huso (Beluga).

Storioni

Spaghetto integrale e caviale

Caviar Giaveri consiglia: Baerii Heritage

Un piatto articolato, per mettere alla prova la vostra abilità: un prestigioso primo piatto decisamente salutista. Il tocco finale spetta come sempre al caviale, appoggiato delicatamente sulla sommità del “cono” di spaghetti.

INGREDIENTI:

  • 320 gr. spaghetti integrali
  • zenzero, prezzemolo, coriandolo fresco
  • maizena
  • olio extravergine
  • salsa di soia
  • 80 gr. bacalao
  • nero di seppia
  • pomodoro fresco per guarnire
  • 100 gr. di caviale

Bollire gli spaghetti in abbondante acqua salata. Per la salsa: far bollire con ad un po’ di acqua aceto e zucchero un pezzo di zenzero della grandezza di una noce, tagliato a fettine, due rami di prezzemolo e di coriandolo fresco. Bollire un minuto ed addensare con poca maizena, ed olio extravergine, aggiungere salsa di soia e tenere un parte. Questa salsa una volta filtrata ci servirà per mantecare gli spaghetti appena scolati. Per il bacalao: privarlo della pelle, dissalare leggermente e cucinare sottovuoto a vapore 50 gradi per 12 minuti. Raffreddare e aprire il sacchetto. Aggiungere la polpa di bacalao agli spaghetti durante la mantecatura. Servire gli spaghetti tiepidi guarnendo il piatto con del nero di seppia, delle gocce di pomodoro fresco frullato e condito a piacere e per finire un cucchiaio di caviale.

CONTATTI

Related Posts