il-sommelier-dell’acqua-esiste-e-ti-spiega-come-abbinare-il-cibo

Il sommelier dell’acqua esiste e ti spiega come abbinare il cibo

Hai mai sentito parlare di idrosommelier? Ebbene esiste, è il sommelier dell’acqua ed è una figura professionale che è emersa negli ultimi anni. Si tratta di un sommelier a tutti gli effetti ma che non assaggia vino, bensì acqua. Nei ristoranti di un certo livello propone e suggerisce  il giusto abbinamento con il cibo.

Ma c’era davvero bisogno di un sommelier dell’acqua?

Evidentemente ogni pietanza ha la sua acqua che si abbina in modo perfetto e favorisce la digestione di quel cibo specifico. Non solo nei ristoranti importanti, ma nel quotidiano di tutti noi. Non è solo la scelta di un’acqua, naturale o frizzante.

Sempre più ristoranti gourmet o stellati stanno ampliando la loro visione e nelle loro sale diventa indispensabile l’idrosommeller.

In cosa consiste questo lavoro? Il mestiere, come anticipato, è emerso 20 anni fa, con la fondazione dell’Accademia Degustatori Acque Minerali (Adam).

sommelier dell'acqua

Tutti i giorni notiamo che acque diverse hanno sapori diversi, si colgono delle differenze dovute a precisi fattori che caratterizzano l’acqua.  Questo dipende da dove arriva l’acqua prima di essere imbottigliata. L’acqua delle nevi sciolte ha un sapore diverso rispetto a un’acqua di sorgente. Variano la mineralità, la sapidità, e questa è la il fattore che differenzia ogni acqua. Come accade per il vino. 

Detto questo, in cosa consiste il lavoro dell’idrosommelier? Come si abbina l’acqua al cibo in modo corretto?

Il sommelier dell’acqua consiglia l’acqua giusta per il cibo che si è scelto di mangiare. Il corretto abbinamento aiuta la digestione degli alimenti e, di conseguenza, la trasformazione del cibo in energia. L’acqua è fondamentale nel processo digestivo: è il solvente degli alimenti, delle loro molecole. L’acqua giusta aiuta ad avere una digestione ottimale.

Non abbinare l’acqua è sbagliato?

Mangiare qualsiasi alimento senza abbinare l’acqua giusta non è sbagliato. Però non garantisce gli stessi benefici che il nostro organismo avrebbe se cibo e acqua fossero ben abbinati. In che modo il sommelier dell’acqua abbina l’acqua giusta? Si sceglie, naturalmente, in base al cibo che abbiamo scelto di mangiare. Un piatto grasso necessita di un’acqua con una forte effervescenza. Un piatto di pesce o una minestra si abbinano, invece, meglio ad un’acqua liscia. L’anidride carbonica aiuta l’acqua nel processo di digestione e nella masticazione, poiché l’effervescenza esalta le caratteristiche del cibo.

Leggi anche “Cosa succede se bevi più di 13 litri di acqua al giorno?”


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

+ 56 = 61