Il trucco per non fare aprire i crocchè di patate durante la frittura

Cucinare non è cosa semplice perchè vanno seguite delle regole, dalla preparazione dei cibi a fino a quando questi non vengono serviti a tavola e quindi mangiati. I crocchè di patate sono una pietanza gustosa e deliziosa. Sono ottimi come antipasto, per una festa, oppure per una cena particolare e sfiziosa. Per molti è impossibile resistere al loro sapore, piacciono a tutti, grandi e piccini, perché sono croccanti fuori, morbidi all’interno e ricchi di sapore.


Molto spesso nel prepararli si verificano alcuni errori, che ne compromettono l’aspetto, il gusto e il sapore.


L’errore più frequente si verifica durante la frittura.


In questo articolo spieghiamo, il trucco per non far aprire i crocchè di patate durante la frittura.

Cucinare i crocchè non è  semplice ed è importante conoscere ed applicare alcuni semplici metodi.

Quali patate acquistare

Per la preparazione si devono utilizzare delle patate particolari. Quella più indicata è la patata rossa, ma non deve essere troppo fresca. Altrimenti, utilizzare la patata a pasta gialla, abbastanza matura.

Smartwatch

La cottura delle patate

Le patate vanno lessate il giorno prima, tritate con lo schiacciapatate, versate in un recipiente, coperte e conservate in frigorifero.


Così facendo non tratterranno l’acqua, la causa principale della loro apertura in padella.


Se si ha poco tempo, possono essere cotte nel forno o nel microonde, in questo modo verrà facilitata l’eliminazione dell’acqua dalla patata.

Come friggere

Utilizzare l’olio di semi di arachide.


Prestare attenzione alla sua temperatura, che dovrà essere di almeno 180 gradi.


Poggiare nell’olio una quantità di crocchè tale, da non far abbassare di colpo la sua temperatura.


Durante la cottura non muoverli troppo e attendere, che si formi la tipica crosticina dorata.

Il trucco per non fare aprire i crocchè di patate durante la frittura. L’importanza della panatura

La panatura è essenziale, serve a non fare aprire i crocchè


Ne consigliamo una tripla, cioè si passano nella farina, nell’uovo e poi nel pangrattato.


Così facendo è impossibile che le patate si aprano.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *