in-svizzera-apre-il-centro-internazionale-per-la-donazione-del-sangue-per-coloro-che-desiderano-trasfusioni-da-persone-non-vaccinate

In Svizzera apre il Centro Internazionale per la Donazione del Sangue per Coloro che Desiderano Trasfusioni da Persone non Vaccinate

L’organizzazione svizzera Safe Blood Donation cerca di mettere in contatto i donatori non sottoposti a vaccinazione con persone preoccupate di come le vaccinazioni a mRNA potrebbero influenzare le trasfusioni di sangue. Il centro internazionale per la donazione del sangue aperto per coloro che desiderano trasfusioni esclusivamente da persone non vaccinate.

Al fine di abbinare i pazienti con sangue che non è stato influenzato dalle vaccinazioni mRNA, è stato istituito un centro internazionale per la donazione del sangue di nuova costituzione con sede in Svizzera.

Un’organizzazione globale chiamata Safe Blood Donation, fondata dal naturopata svizzero George Della Pietra, sta “lavorando per garantire che i nostri membri possano ottenere sangue non vaccinato” mettendo i membri in contatto con operatori sanitari che accetteranno donazioni e doneranno sangue a pazienti riluttanti a ricevere sangue vaccinato.

Anche se sia le persone vaccinate che quelle non vaccinate possono diventare membri per ottenere il sangue, se necessario, l’organizzazione accoglie solo donatori che non sono stati sottoposti a vaccinazioni COVID-19.

“Un gran numero di persone ha preso la decisione consapevole di non essere affatto vaccinato contro Sars-Cov-2 [COVID-19] e rifiuterà anche i prossimi vaccini a base di mRNA, per qualsiasi motivo”, afferma il sito web dell’organizzazione. “Hanno anche riserve sulla trasfusione di sangue da persone vaccinate. Che si tratti di un’emergenza, di un’operazione programmata o perché hai bisogno di trasfusioni regolari per altri motivi medici. È qui che entra in gioco Safe Blood Donation come intermediario”.

Il gruppo ha aggiunto che “l’obiettivo principale non è gestire la nostra banca del sangue… ma abbinare donatori e riceventi di sangue, che riuniamo in una clinica (partner medico) che consente la scelta del donatore di sangue”.

“Le trasfusioni di sangue vengono effettuate utilizzando conserve di sangue, che dopo la donazione passano attraverso un processo complesso in cui vengono in gran parte ripulite da corpi estranei”, spiega il sito web. “Con l’avvento delle vaccinazioni mRNA completamente nuove… abbiamo sfide completamente nuove qui, poiché non solo le cosiddette proteine ​​​​spike vengono neutralizzate solo in misura sconosciuta”.

“Secondo lo stato attuale della scienza, un gran numero di additivi non organici non dichiarati in queste vaccinazioni viene eliminato solo parzialmente dai metodi di pulizia noti. La microscopia in campo oscuro mostra la presenza di queste particelle nel sangue anche dopo almeno 6 mesi, alcune di esse non possono mai essere scomposte.

Tuttavia, l’organizzazione sta affrontando l’opposizione delle strutture mediche, centinaia delle quali “rifiutano di consentire il diritto umano alla libera scelta del sangue”, in particolare in Europa. Secondo Safe Blood, i gruppi che non hanno scelto di collaborare con la nuova organizzazione «almeno non vogliono essere citati, perché altrimenti temono rappresaglie».

Sebbene “non esista ancora una banca del sangue con sangue privo di mRNA”, Safe Blood ha dichiarato “che non ci arrenderemo finché non saremo in grado di offrire una rete mondiale di tali cliniche. Buono a sapersi, ci sono parti del mondo in cui almeno la scelta del donatore è ancora possibile, come la maggior parte dei paesi africani e la maggior parte degli stati degli Stati Uniti”.

Nonostante le difficoltà nel trovare partner medici, il sito web afferma che “siamo già rappresentati in 18 paesi dell’Europa occidentale, negli Stati Uniti, Canada, Australia, Asia e vari paesi africani”. Ci sono membri in “più di 80 stati in tutto il mondo, 41 dei quali solo negli Stati Uniti”.

“Non appena avremo abbastanza partner medici (per l’applicazione, la raccolta e la lavorazione del sangue), inizieremo con la mediazione. Puoi già trovare un database (anonimo) dei nostri donatori di sangue su questo sito Web e cercare un donatore compatibile qui, come membro anche per regione, e cercare un partner medico con un elenco di tutti gli ospedali che abbiamo chiesto di collaborare con noi , elencato lì se ci hanno risposto o meno.

Dalla distribuzione delle vaccinazioni mRNA COVID, si sono verificati regolarmente disaccordi sui trattamenti del sangue che non sono stati contaminati dalla tecnologia sperimentale, con conseguenti risposte spesso disastrose da parte delle autorità nazionali e mediche. Il governo della Nuova Zelanda ha preso in custodia un bambino di quattro mesi all’inizio di questo mese dopo che i suoi genitori si erano opposti all’uso di sangue contaminato da COVID da utilizzare durante l’intervento chirurgico per correggere le condizioni cardiache del figlio.

Cornelia Hertzler ha affermato che i medici hanno notato un coagulo di sangue nel suo bambino “entro poche ore dopo” una trasfusione generale della banca del sangue. Il bambino è morto a causa di un grosso coagulo di sangue dopo che il medico ha ignorato la richiesta dei genitori di una trasfusione senza vaccino .

Allo stesso modo, un neonato nato con un problema cardiaco nello stato di Washington è morto per un coagulo di sangue dopo aver subito una trasfusione di sangue generale, nonostante l’insistenza dei suoi genitori affinché gli venisse fornito sangue da un donatore non vaccinato .

Related Posts