incidente-nautico,-ecco-il-video-dello-scontro

Incidente nautico, ecco il video dello scontro

Umberto e Greta, il video dell’impatto fra il motoscafo e la loro barca

Ecco il video completo che consente di ricostruire cos’è accaduto la sera del 19 giugno, quando Umberto Garzarella e Greta Nedrotti sono stati investiti da un motoscafo in corsa. Già da giorni questo video, diffuso questa sera dal Tg1 Rai, era considerato la prova regina dell’incidente nautico per cui è stato arrestato Patrick Kassen.

Nelle immagini registrate dalle telecamere di un’abitazione privata a San Felice del Benaco si nota uno scafo di grandi dimensioni sopraggiungere a forte velocità nel punto in cui si trova il piccolo gozzo di Umberto e Greta. Sono le 23.24 e la barca viaggia in direzione di Salò, provenendo da Portese. Le telecamere riprendono tutto: si vede il momento dello scontro, con il motoscafo che colpisce violentemente l’imbarcazione più piccola, finendoci addirittura sopra. Poi prosegue verso Salò, senza neppure rallentare, a quanto emerge dal video.

La Rai, in una nota diffusa poco prima del tg, ha specificato: «Dalle immagini sembra che a pilotare non sia Patrick Kassen, colui che barcolla in immagini già diffuse in precedenza e cade, ma l‘altra persona a bordo, manager di fama internazionale e vicepresidente di un colosso dell’informatica». Negli altri video ripresi prima e dopo l’incidente, ora agli atti, non è infatti mai il tedesco attualmente arrestato a guidare il motoscafo, ma l’altra persona.

«È evidente – scrive il gip Andrea Gaboardi nell’ordinanza di custodia cautelare di Kassen – che Umberto Garzarella, deceduto sul colpo, è stato dilaniato dal passaggio del motoscafo sopra la barca, mentre Greta Nedrotti, attinta soltanto dai taglienti delle eliche del Riva, è stata sbalzata fuori dalla barca per la violenza dell’urto, morendo per annegamento nell’impossibilità di raggiungere autonomamente la riva a causa delle gravi lesioni subite alle gambe».

riproduzione riservata © www.giornaledibrescia.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *