la-borsa-benedice-il-banchetto-di-unicredit-con-mps

La Borsa benedice il banchetto di Unicredit con Mps

In Borsa i titoli Unicredit e Banca Mps sprintano dopo l’annuncio che sono state avviate trattative in esclusiva tra in Mef e l’istituto guidato da Orcel per rilevare parti commerciali della banca senese. Ecco perché

 

A Piazza Affari Unicredit (+3,37%) e Banca Mps (+6,3%) catalizzano l’attenzione dopo l’annuncio che sono state avviate trattative in esclusiva tra in Mef e l’istituto guidato dall’ad, Andrea Orcel, per rilevare parti commerciali della banca senese.

Le eventuali nozze tra Unicredit e Mps, da confermare solo dopo un dettagliato esame da parte dei vertici di Piazza Gae Aulenti, consentirebbero l’uscita del Tesoro dal capitale di Rocca Salimbeni, nel rispetto degli accordi presi con l’Europa che impongono come scadenza l’inizio del 2022.

Vantano tra le performance migliori del mercato sia Mps, sia Unicredit. Quest’ultime festeggiano anche la trimestrale superiore alle attese, con un utile netto piu’ che raddoppiato sopra la soglia del miliardo di euro.

Gli analisti stamattina hanno subito promossoil titolo: si parte con Equita che decide un upgrade a ‘buy’ su UniCredit con target price rialzato a 13 euro per azione (+13%).

I risultati del secondo trimestre, scrive il broker, ‘sono molto solidi e danno elevata visibilita’ sul miglioramento della performance operativa della banca e raggiungimento della guidance 2021, leggermente migliorata’.

Poi ci sono le possibili ‘nozze’ con Mps: “La definizione dei presupposti per un eventuale accordo con Mps definisce i contorni per un’operazione value-accreative, riducendo significativamente il rischio potenziale derivante dal deal”.

Inoltre, l’individuazione di un perimetro selezionato “potrebbe permettere di ridurre l’execution risk dell’integrazione”.

In attesa di avere maggiori dettagli, Equita ritiene che l’avvio delle interlocuzioni in esclusiva “rappresenti uno step decisivo per una soluzione strutturale su Mps. Sebbene rimangano da verificare le modalita’ e i termini di un eventuale deal, i principi concordati con il Mef lasciano ampia flessibilità nel negoziare un accordo favorevole dal punto di vista economico e patrimoniale”.

Anche gli analisti di Banca Akros sottolineano come UniCredit ‘sarà in grado di fare una scelta selezionata (‘cherry picking’) delle attivita’ di Mps, al fine di garantire la creazione di valore per i suoi azionisti”-

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *