la-filosofia-del-«wabi-sabi»-in-una-tazzina-da-te

La filosofia del «Wabi-sabi» in una tazzina da tè

L’idea di creare una linea di tè nasce da un viaggio in Giappone nel 2018. «Un viaggio che ha cambiato le mie abitudini e il mio stile di vita» racconta Silvia Mella, CEO e Creative Director di Sorate, pregiato brand di tè giapponese e Matcha  lanciato lo scorso anno a New York. «Sorate è la combinazione della cultura giapponese e italiana» aggiunge Mella, originaria del Veneto. «Nel gergo popolare veneto Sorate significa “calmarsi” o “lasciare che si raffreddi”, mentre “Sora” in giapponese significa “Cielo”».

L’idea Sorate nasce da un viaggio in Giappone.

«Nel 2018 trascorsi più di un mese in Giappone, viaggiando da Tokyo fino alla piccola isola d’arte e design Naoshima. Mi spostavo con il treno e localmente con la bicicletta e alloggiavo nelle tipiche case giapponese, “Ryokan”. Iniziai a bere quotidianamente il tè verde e il Matcha. Al mio ritorno a New York notai che non c’era offerta di tè di qualità, come quello giapponese, quindi mi venne l’idea di informarmi di più sul mercato. Dopo qualche mese, iniziai a scrivere il business plan, e disegnare il logo e tornai in Giappone alla ricerca di un’azienda agricola. Due anni dopo nel 2020  lanciai Sorate».

Courtesy Sorate

Perché questo tuo interesse verso la tradizione del tè e la cultura giapponese?

«I giapponesi sono orgogliosi dei loro rituali. Nutrono un profondo amore e rispetto per la natura, il “Green” è un punto fermo nel loro design d’interni minimalista. Grazie a loro, ho imparato a focalizzarmi sul presente e ad adottare piccoli rituali durante il giorno per staccare la spina dai miei pensieri. Questo mi aiuta a bilanciare il benessere fisico, mentale e spirituale. Inoltre sono affascinata dalla cultura del Wabi-Sabi».

Cos’è la cultura del Wabi-Sabi?

«Secondo la leggenda giapponese, un giovane di nome Sen no Rikyu cercò di apprendere l’elaborato insieme di usanze conosciute come la Via del Tè. Andò dal maestro del tè Takeeno Joo, che mise alla prova il giovane chiedendogli di curare il giardino. Rikyu ripulì i detriti e rastrellò il terreno finché non fu perfetto, quindi esaminò il giardino immacolato. Prima di presentare il suo lavoro al maestro, scosse un albero di ciliegio, facendo cadere a caso alcuni fiori per terra. Fino ad oggi, i giapponesi venerano Rikyu come colui che ha compreso fino in fondo un profondo filo culturale noto come wabi-sabi. Emerso nel XV secolo come reazione all’estetica prevalente di sontuosità, ornamenti e materiali ricchi, wabi-sabi è l’arte di trovare la bellezza nell’imperfezione, nei materiali poveri e la venerazione di Madre Natura, di riverire soprattutto l’autenticità.  In Giappone, il concetto è ora così profondamente radicato che è difficile da spiegare: in Occidente non esiste la traduzione di Wabi-Sabi».

Courtesy Sorate

Quali sono i rituali tradizionali legati al Matcha?

«
La cerimonia del tè giapponese (sadō o chadō, letteralmente “la via del tè”, chanoyu) è una tradizione giapponese ricca di storia. È un modo cerimoniale di preparare e bere il tè verde tipicamente in una tradizionale sala da tè con pavimento in tatami. Oltre a servire e ricevere il tè, uno degli scopi principali della cerimonia del tè è che gli ospiti possano godere dell’ospitalità del proprietario di casa in un’atmosfera distinta dal ritmo frenetico della vita quotidiana. Una cerimonia del tè completa e formale è un evento di più ore che inizia con un pasto kaiseki, è seguito da una tazza di tè denso e termina con una tazza di tè sottile. Tuttavia, la maggior parte delle cerimonie del tè oggi sono eventi molto abbreviati che si limitano al piacere di una tazza di tè sottile. Il protocollo di una cerimonia del tè è definito dai movimenti esatti delle mani che variano leggermente tra le diverse scuole di formazione. Nella maggior parte dei casi, non ci si aspetta che i turisti abituali conoscano le regole in dettaglio, ma una conoscenza dei punti fondamentali può aiutare a renderlo un evento più dignitoso. Il proprietario di casa in genere prepara il tè davanti agli ospiti. L’attrezzatura principale comprende la frusta da tè (chasen), il contenitore per il tè verde in polvere (natsume), la paletta per il tè (chashaku), la ciotola per il tè, il contenitore o piatto per dolci, il bollitore e il braciere. Ogni pezzo di attrezzatura è stato accuratamente selezionato in base alle circostanze e ha il suo posto specifico. Oggi la cerimonia del tè è praticata come un hobby e ci sono anche luoghi in cui i turisti possono sperimentarla. Cerimonie del tè di vari gradi di formalità e autenticità sono offerte da molte organizzazioni in tutto il Giappone, inclusi alcuni giardini tradizionali, centri culturali e hotel. Kyoto e Uji sono tra le migliori destinazioni del paese per godersi la cultura del tè giapponese».

Silvia Mella, Ceo e founder di Sorate

Il Matcha aiuta a tenere sotto controllo lo stress, stimolare le difese immunitarie, ridurre il colesterolo, raccontaci quali sono i benefici di questo particolare tipo di tè verde.

«Il tè verde e Matcha sono considerati elixir per vivere una vita lunga. Il rimedio prima della cura. Infatti, è stato introdotto in Giappone proprio come medicina nel XIII secolo. Uno dei principali contenuti del matcha e tè verde è EGCG, un tipo di composto vegetale chiamato catechina. Agisce come antiossidante che può proteggere contro le cellule danneggiate dai radicali liberi. I radicali liberi sono particelle altamente reattive formate nel corpo che possono danneggiare le cellule quando il loro numero diventa troppo alto. La ricerca suggerisce che EGCG può ridurre infiammazioni, prevenire le malattie cardiache, diabete, cancro. Gran parte dei benefici di EGCG deriva dalle proprietà antiossidanti per ridurre lo stress e l’infiammazione».

Courtesy Sorate

Ricette Matcha per l’estate?

«Le opzioni sono tante! Dal classico gelato al Matcha fino ai frullati al matcha e frutta. Mia madre ha recentemente stupito i suoi ospiti con una crostata al Matcha e fragole! Abbiamo una sezione “Ricette” sul nostro sito https://sorate.co/blogs/blog/tagged/tips-recipes  dove proponiamo  idee su come sperimentarsi in cucina con il Matcha. Il risotto al Matcha e pesce crudo è una delle nostre creazioni preferite! Inoltre il Matcha fa benissimo anche come maschera per il viso, aiuta con l’arrossamento e le irritazioni».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *