l’anima-contemporanea-di-un-ranch-di-montagna

L’anima contemporanea di un ranch di montagna

«Sono cresciuto sapendo esattamente cosa volevo fare da grande», racconta Shawn Henderson, uno dei progettisti più influenti del panorama contemporaneo, anche inserito tra gli AD100 e nella Elle Decor A-List – . «La mia formazione è iniziata a casa. Ero il più piccolo di sei fratelli, adoravo riorganizzare i mobili del soggiorno. I miei genitori possedevano una taverna e la vita familiare era tutta una questione di ambienti caldi e accoglienti. Durante le estati mi rifugiavo nella cittadina di Adirondacks, circondato dalla magnificenza delle montagne e dei laghi, per me prima fonte di ispirazione. Oggi, come interior designer, credo di avere la responsabilità di portare avanti il mio lavoro con integrità. Ciò significa rispettare l’ambiente in tutti i sensi: lavorare con artigiani locali, utilizzare materiali sostenibili, arredi vintage e scegliere sempre un design “onesto”». 

Ph Steve Freihon

Situata tra le montagne rocciose del Colorado, Aspen è una delle località sciistiche più rinomate al mondo e meta turistica di lusso. Qui il designer Shawn Henderson ha progettato la casa per una famiglia giovane (e numerosa) che ha deciso di lasciare la città di Chicago, per iniziare una nuova vita a stretto contatto con la natura.

Ph Steve Freihon

Seguendo i suoi ideali e valori progettuali, Shawn Henderson ha deciso di rispettare l’ambiente circostante, costruendo un tipico ranch in cemento dall’estetica brutalista, che sembra quasi diventare tutt’uno con il panorama di montagna. Al contrario, l’atmosfera interna restituisce il calore e lo spirito giovane e creativo dei proprietari con la passione per l’arte contemporanea. 

«Per gli arredi abbiamo realizzato un mix di pezzi creati su misura, altri vintage, risalenti agli anni ’50 e ’60 e  lavori contemporanei di realtà come Apparatus, The Future Perfect e Studio Twenty Seven, in armonia con dettagli raffinati come i tessuti Pierre Fray. Si tratta di un interno sofisticato, ricco ma anche “vivibile”. Un interno che ti ispira quotidianamente attraverso sfumature, armonie e contrasti. Un interno che riflette le esigenze e lo spirito di chi lo vive. Un interno che fa sentire davvero a casa», continua il designer.

Ph Steve Freihon

«Il mio processo creativo inizia ascoltando i clienti e poi cercando di capire come il design possa rendere le loro vite più belle. La bellezza è nei dettagli: leggerezza, flessibilità e nitidezza. Vedo una ritrovata bellezza nei vecchi materiali e negli arredi antichi. I mobili che disegno riflettono forme familiari, linee morbide e pure. Spesso sono attratto da tavolozze chiare arricchite da ricchi spruzzi di colore. Nessun elemento sovrasta l’altro: gli strati e il mix inaspettato raggiungono un equilibrio armonioso. Costruire partendo da questi principi e plasmare una casa, per me è pura gioia», conclude Henderson. E noi non abbiamo dubbi. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *