lascia-morire-il-figlio-nella-culla.-poi-vende-i-vestiti-del-bambino-su-facebook

Lascia morire il figlio nella culla. Poi vende i vestiti del bambino su Facebook

Una donna è uscita a fare shopping lasciando che il figlio di 1 anno morisse nella sua culla. Poi non ha perso tempo e ha subito venduto su Facebook i vestitini del piccolo.

Una storia di abbandono e incuria che è culminata con la morte di un bambino di un anno. Mentre il piccolo stava morendo per una ferita al cranio, la madre stava facendo shopping.

Lascia morire figlio
Stacey Davis/archivio web- Leggilo

I fatti sono avvenuti nel giugno del 2018 nel Regno  Unito. Una donna, la 35enne inglese Stacey Davis, ha lasciato il suo bambino di un anno, Ethan, da solo nella sua culla per almeno due ore. Il piccolo, stando a quanto affermato dalla madre stessa, era caduto poco prima procurandosi una ferita al cranio.  Dopo essere andata a fare shopping, una volta rientrata,  Stacey  ha trovato il figlio senza vita e così  ha venduto i vestiti del piccolo sui social. La madre ha messo in vendita gli ultimi averi del piccolo su Facebook: ha venduto un salvadanaio “Little Man’s Savings” per  5 sterline e ha anche dato via uno scatolone di vestiti per bambini di età compresa tra 3 e 6 mesi. Da quanto emerso non solo il bambino era in culla con il cranio fratturato ma la madre lo aveva lasciato in casa solo intrappolato in una stanza con tutte le finestre chiuse e nessun ventilatore acceso mentre le temperature salivano vertiginosamente. L’autopsia non è stata in grado di accertare le cause esatte della morte del piccolo ma la stessa Stacey ha ammesso che il bimbo aveva una frattura al  cranio che- a suo dire- sarebbe stata causata da una caduta.

Trova il figlio morto e vende i suoi vestiti 

Lascia morire figlio vende vestiti
La 35enne Stacey Davis/archivio web- Leggilo

È stato inoltre appurato che la 35enne fumava regolarmente cannabis intorno a suo figlio. Quel giorno, dopo averlo abbandonato da solo a casa, avrebbe iniziato a mandare messaggi ad un suo amico. Una volta rientrata a casa lo ha trovato morto. A quel punto ha chiamato i soccorsi. Il bambino è stato portato d’urgenza al Royal United Hospital di Bath il 27 giugno 2018, ma è stato dichiarato morto poco tempo dopo. La madre si è dichiarata colpevole ed è stata condannata a due anni di carcere solo a distanza di quattro anni, il 1° dicembre 2022 per il reato di crudeltà sui minori. Il padre di Ethan, Luke Turvey, ha accolto con favore la sentenza contro la sua ex partner. “Oggi sono finalmente finiti questi quattro lunghi anni e mezzo, Stacey Davis è andata in prigione per due anni per crudeltà e abbandono di mio figlio Ethan. Io e la mia famiglia siamo estremamente emozionati e felici che abbia ottenuto ciò che si meritava. Per chiunque l’abbia sostenuta e l’ha difesa, spero che vi sentiate degli idioti completi e totali e spero che vi vergogniate di voi stessi, lei è una molestatrice di bambini e ha pagato il prezzo giusto andando in prigione“- ha commentato l’uomo. Questa tragedia ricorda molto da vicino quella della piccola Diana, morta ad un anno e mezzo in un appartamento nella periferia di Milano. In questo caso, però, la mamma, la 37enne Alessia Pifferi, ha lasciato la figlia da sola non per un paio di ore ma per un’intera settimana.

Related Posts