le-capitali-europee-della-cultura-da-visitare-nel-2023

Le capitali europee della cultura da visitare nel 2023

Le capitali di viaggio per il 2023 sono il simbolo della cultura in Europa, mete da visitare assolutamente per scoprire luoghi insoliti ricchi di arte e architettura, misteri e segreti e bellezze incredibili.

Durante il nuovo anno saranno particolarmente in vista non solo per il valore che hanno assunto ma anche perché saranno interessate da molte manifestazioni ed eventi di tipo culturale. Un programma fitto e notevole per delle città poco conosciute ma molto particolari.

Capitali Europee del 2023
Capitali Europee del 2023 (viagginews.com)

Le capitali europee degli ultimi anni non sono state molto fortunate poiché, a causa della pandemia, sono state messe in secondo piano per le restrizioni di viaggio che non hanno permesso molti spostamenti. Ora, nell’era post covid, è tempo di tornare a scoprire le bellezze dell’Europa.

Non solo quindi grandi capitali, quelle più note dove si concentra il turismo di massa. L’Europa è caratterizzata anche da piccole città o comunque da luoghi molto belli e particolari che non sono altrettanto famosi. Per quest’anno i tre paesi scelti sono Romania, Grecia e Ungheria.

Veszprém
Veszprém (viagginews.com)

Timișoara nella Romania occidentale, Veszprém in Ungheria e Eleusi in Grecia sono le nuove capitali della cultura. La città della Romania è famosa per il regime di Ceausescu, la seconda perché si trova vicino ad un lago molto famosa e la terza è nota perché è una città del mistero. Ognuna ha qualcosa di tipico e straordinario da raccontare.

Timișoara è una città di 300 mila abitanti, si trova tra Ungheria, Romania e Serbia. L’intento per questo nuovo anno è dimostrare il fascino imperiale del luogo ma anche la diversità. Qui vivono molte etnie diverse tra loro, infatti la città è ricca di storia e cultura. Prima della seconda guerra mondiale infatti le persone del posto parlavano ben 3 lingue sin dalla tenera età. Questa città ha dato anche i natali a Tarzan, il famoso attore, qui si sono diplomati due premi nobel, per citare alcune delle cose più sorprendenti mai accadute.

La città è stata fondata su uno spazio dell’antica Roma e oggi vanta musei, gallerie, teatri, insomma un polo culturale eccellente e una vita molto vivace. La sua architettura ricorda molto quella di Vienna, inoltre è una città ricca di parchi e di fiori veramente bellissimi. Il complesso urbano è eccellente e il programma del prossimo anno sarà incredibile sotto molteplici aspetti.

Veszprém ed Eleusi

Veszprém è una città molto elegante di tipo medievale con strade strette e un centro storico da bomboniera. È possibile visitare l’antico castello e la torre del fuoco, qui è stata edificata la prima cattedrale. Questa città sorge su cinque colline, il centro storico risale al XVIII secolo e l’atmosfera è anche molto familiare quindi l’accoglienza è veramente impeccabile. Una città molto famosa per i festival, soprattutto di tipo musicale, che ora si appresta ad accogliere i turisti che vogliono scoprire la sua cultura.

Eleusi in Grecia è un luogo del mistero, molto particolare, fino al XX ha vissuto di grande splendore, grazie anche al suo porto. Poi ha risentito della crisi ma ancora oggi ha tanto da raccontare, non a caso è stata scelta come meta di cultura per il nuovo anno in Europa. Vanta 30 mila abitanti, è legata alla capitale greca, ed è molto famosa per i siti religiosi come il santuario di Demetra.

Tre mete molto diverse tra loro che offrono scenari e particolarità uniche e che permettono di scoprire un mondo totalmente diverso e location da favola.

Related Posts