le-cesarine-aprono-le-loro-cucine-al-turismo-estivo

Le Cesarine aprono le loro cucine al turismo estivo

 Un’estate alternativa tra benessere e gusto in giro per l’Italia

La pandemia e il distanziamento che stiamo attraversando non ci hanno fatto perdere il grande entusiasmo e la voglia di uscire e recuperare il molto tempo perso, speso sempre a casa. In mezzo dubbi, incertezza da green pass, regole, varianti e vaccinazioni in corso. Forse l’insieme di questi elementi, forse la voglia di ritornare a celebrare il nostro paese, semsembrano  far scoprire mete di prossimità e destinazioni alternative per l’estate 2021. Sopratutto dal punto di vista culinario…

Estate 2021 ristoranti: aperte le cucine delle Cesarine ai buongustai anche dell’oltreoceano

Questo è quanto emerge dalll’osservatorio della piattaforma delle Cesarine, la più grande e antica rete di cuoche casalinghe d’Italia, conosicute in Italia e in oltreoceano per il fatto di aprire le porte delle loro cucine a turisti, e se buongustai ancora meglio. Quest’anno le Cesarine hanno fatto breccia nel cuore dei turisti stranieri, che preferiscono località particolari e nascoste e non mainstream. Una scelta condivisa con i vacanzieri italiani che hanno incominciato ad apprezzare l’opportunità di sedersi a tavola di queste 1500 rappresentanti Slow Food per gustare i sapori della tavola della zia e della nonna, lontano dai centri e ristoranti affollati.

Leggi anche: Il Gambero Rosso premia la tradizione giapponese

Qui di seguito alcune località tra le più gettonate. Parma, la capitale della Food Valley; lirica, anolini e biciclette, sembra essere la combinazione vincente a portare la città in vetta alla classifica. La Cesarina Maria Cristina vi accoglierà nella sua cucina e in tavola troverete il suo timballo di anolini e la sua rosa di Parma. La destinazione da sempre scelta dagli anglosassoni, innamorati dei suoi paesaggi e della sua quiete anche in pieno agosto. Sto parlando delle colline toscane dove poter godersi del buon vino di fronte al cielo infuocato. Crostini e sformati da gustare in cantina circondati da botti colme di vino. Sono solo due dei 5 percorsi di gusto e bellezza per sfuggire la folla e avere un cuoco tutto per sé.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *