le-vittime-di-covid-scendono-a-due:-66-nuovi-contagi-a-milano-e-provincia

Le vittime di Covid scendono a due: 66 nuovi contagi a Milano e provincia

21 Giugno 2021 – 06:00

Trenord e mezzi Atm possono già salire all’80% della capienza

Le vittime di Covid scendono a due: 66 nuovi contagi a Milano e provincia

Sono 145 i nuovi casi di Coronavirus registrati ieri in Lombardia e le vittime sono state due (due giorni fa erano 3. Sono 33.753 i morti totali dall’inizio della pandemia). I tamponi analizzati in regione ammontano a 28.759, con un tasso di positività dello 0,5 per cento (due giorni fa era a 0,4%). Quest’ultimo dato è leggermente più basso di quello nazionale: in Italia ieri la percentuale di tamponi positivi è stata dello 0,6 per cento. I numeri sono quelli del bollettino del ministero della Salute.

I ricoveri in ospedale nei reparti ordinari sono in leggero aumento, di sei unità rispetto al report precedente (due giorni fa erano scesi di 25). In tutto sono 408. I ricoverati in terapia intensiva invece sono calati di tre unità (meno 11 due giorni fa) e sono in totale in questo momento 77. I lombardi attualmente positivi sono 13.657, mentre quasi altrettanti, 13.172, sono i cittadini in isolamento domiciliare. Il totale dei dimessi e dei guariti tocca quota 793.279.

Per quanto riguarda le province, sono 66 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in provincia di Milano (due giorni fa erano 59). Nel resto della Lombardia, segnalati 19 positivi in più a Brescia, 16 a Monza e Brianza, 11 a Bergamo, 6 a Varese e 6 a Lecco. E ancora: 5 nuovi contagi a Pavia e 5 a Sondrio, 4 a Mantova, 2 a Cremona, 1 a Como e 1 anche a Lodi.

Intanto anche in regione la capienza sui mezzi pubblici aumenta. Si passa, grazie al passaggio in zona bianca, dal 50 per cento dei posti disponibili all’80 per cento. La Lombardia si allinea alla normativa nazionale che prevede appunto l’innalzamento del limite dei posti occupabili. Si cambia dunque a bordo di treni, autobus, tram e metropolitane. Le aziende dei trasporti impiegheranno però qualche giorno per aggiornarsi. Occorre cambiare tutta la segnaletica, rimodulare la frequenza delle corse e informare i passeggeri. A dare il via libera ai gestori del servizio, Atm e Trenord, è stata una nota inviata alle agenzie di trasporto pubblico e ai Comuni dall’assessore lombardo alle Infrastrutture e trasporti, Claudia Maria Terzi.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *