legnanese-–-coronavirus:-il-60%-del-target-nel-legnanese-e-completamente-vaccinato-–-alto-milanese-–-varese-news

Legnanese – Coronavirus: il 60% del target nel Legnanese è completamente vaccinato – Alto Milanese – Varese News

dati campagna vaccinale

Sono 129.370 i residenti negli undici comuni del Legnanese che dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino contro il coronavirus, pari al 79,23% della popolazione target, che conta in tutto 163.274 cittadini, e al 69,33% della popolazione totale: numeri leggermente più alti di quelli registrati nella Città Metropolitana di Milano, dove la percentuale di prime somministrazioni si attesta al 77,67%, e di quelli rilevati in Lombarda, che si attestano al 73,38%. In 98.509 invece, ovvero il 60,33% dei cittadini potenzialmente vaccinabili e il 52,8% della popolazione complessiva, hanno ricevuto anche la seconda dose, completando il ciclo necessario per la copertura immunitaria. Nell’ultima settimana nel Legnanese sono state in tutto 9.266 le vaccinazioni effettuate: 2.532 prime dosi e 6.734 seconde dosi.

Il quadro dell’evoluzione della campagna vaccinale nel nostro territorio emerge dai dati forniti da Regione Lombardia, che attraverso un’apposita dashboard da fine aprile ha messo a disposizione oltre al dato aggregato regionale anche quelli relativi alle somministrazioni nei singoli comuni riportate dall’anagrafe vaccinale regionale. In base all’ultimo aggiornamento disponibile, relativo alla situazione alle 5 di giovedì 29 luglio, è Villa Cortese il comune del Legnanese dove la percentuale di cittadini che ha ricevuto la prima dose di vaccino contro il coronavirus è più alta: in paese hanno ricevuto la prima iniezione in 4.420 (81,78%) e la seconda in 3.406 (63,02%), a fronte di una popolazione target di 5.405 residenti. La “maglia nera”, invece, è Legnano, dove in 41.057 hanno ricevuto la prima somministrazione (78,19%) e in 31.378 la seconda (59,76%) su 52.509 cittadini vaccinabili. Non va comunque dimenticato che il dato risente dalla percentuale di adesione dei residenti alla campagna vaccinale.

A San Vittore Olona prima dose per 5.563 cittadini (78,47%) e seconda per 4.178 (58,94%) a fronte di una platea di 7.089 vaccinabili; numeri di poco inferiori a quelli di Canegrate, dove su 10.839 residenti che potrebbero potenzialmente essere vaccinati in 8.506 hanno ricevuto la prima iniezione (78,48%) e in 6.390 anche la seconda (58,95%). E a quelli di Rescaldina, dove la popolazione target è di 12.195 abitanti e la prima dose è stata somministrata a 9.615 cittadini (78,84%) e la seconda a 7.284 (59,73%), San Giorgio su Legnano, dove su 5.834 residenti vaccinabili hanno ricevuto la prima somministrazione in 4.628 (79,33%) e la seconda in 3.498 (59,96%), e Cerro Maggiore, dove la prima iniezione è stata effettuata a 10.291 residenti (79,55%) e la seconda a 7.892 (61%) su una platea potenziale di 12.937 cittadini.

Situazione in linea con gli altri comuni anche a Busto Garolfo, dove la prima iniezione è stata effettuata a 9.620 abitanti (79,77%) e la seconda a 7.164 (59,4%) a fronte di una popolazione target di 12.060 residenti, e Parabiago, dove su 24.027 cittadini potenzialmente vaccinabili hanno ricevuto la prima somministrazione in 19.220 (79,99%) e la seconda in 14.698 (61,17%). Oltre quota 80%, infine, le prime dosi somministrate a Nerviano, dove su una platea di 15.069 abitanti vaccinabili la prima iniezione di vaccino contro il coronavirus è stata effettuata a 11.157 residenti (80,68%) e la seconda a 9.409 (62,44%), e a Dairago, dove il primo step della vaccinazione ha interessato 4.293 cittadini (80,85%) e il secondo 3.212 (60,49%) rispetto al target di 5.310 dairaghesi.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *