legnano-–-franco-brumana:-“sostituiamo-subito-l’amministratore-di-amga-legnano”-–-legnano-–-varese-news

Legnano – Franco Brumana: “Sostituiamo subito l’amministratore di AMGA Legnano” – Legnano – Varese News

Amga sede

Non l’ha presa decisamente bene Franco Brumana, consigliere d’opposizione con il Movimento dei cittadini, la mancata possibilità di accedere a diversi documenti sulla attività di Amga, in relazione alla questione Accam. Non solo, ma invitato a un certa riservatezza, al sindaco Radice, alla stessa Amga, al dott. Malvestiti e alla segreteria del consiglio comunale di Legnano l’avvocato ha manifestato la sua disapprovazione perchè ad Amga “non abbiate contestato la palese illegittimità, per i motivi espressi nella mia interrogazione, delle sue pretese di riservatezza e delle relative obbligazioni che dichiara di avere assunto. Rilevo che a tutt’oggi non ho ricevuto molti documenti che vi ho richiesto da troppo tempo”.

In un’altra lettera, questa volta indirizzata al sindaco Radice, al presidente del consiglio Amadei e ai capigruppo, Brumana scrive di ritenere “intollerabili e illegali le limitazioni imposte alla trasparenza e ai diritti dei Consiglieri Comunali. Rilevo dal verbale che lo stesso Sindaco ha richiesto informazioni che non sono state fornite in mancanza di una richiesta formale da sottoporre preventivamente alle altre società. Sempre dal verbale risulta l’intenzione velatamente minacciosa dell’amministratore di AMGA, di attivare nientemeno che “un team” di avvocati a tutela dell’immagine delle società che stanno predisponendo le manovre dell’affare ACCAM. A questo punto è urgente che il Sindaco intervenga con determinazione, anche quale socio di maggioranza di AMGA per imporre ad AMGA l’immediato rispetto delle funzioni dei Consiglieri Comunali”.

La conclusione di Brumana è una richiesta alla… Brumana: via l’amministratore di Amga! Scrive infatti il leader del Movimento dei cittadini: “Rilevo infine che la gravità della sottoscrizione di un atto, che impone la segretezza sull’attività amministrativa di una società in house, limitando le prerogative dei Sindaci e dei Consiglieri Comunali, imponga di sostituire immediatamente l’Amministratore di AMGA, che risulta tutt’ora in carica nonostante l’avvenuta scadenza del suo mandato”. Ricordiamo, come pubblicato sul sito di Amga, che l’avvocato Valerio Menaldi, in qualità di amministratore unico, sarebbe dovuto restare in carica fino al 30 settembre 2020.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *