legnano-–-varese-–-l’arte-del-legnanese-tiziano-colombo-colora-la-terapia-intensiva-pediatrica-dell’ospedale-del-ponte-–-legnano-–-varese-news

Legnano – Varese – L’arte del legnanese Tiziano Colombo colora la terapia intensiva pediatrica dell’ospedale Del Ponte – Legnano – Varese News

L’artista legnanese Tiziano Colombo, insieme alla collega bustocca Elena Colombo, ha decorato pareti e arredi della terapia intensiva pediatrica dell’Ospedale Del Ponte di Varese

tiziano colombo

Ci sono i colori della terra dei laghi. Il verde delle Prealpi, l’azzurro del cielo e dei bacini lacustri. E c’è anche un anatroccolo di nome TIP che ha iniziato a spiccare il suo volo. La bellezza naturale che sta fuori è entrata nella terapia intensiva pediatrica ostetrico-ginecologica dell’ospedale Del Ponte, grazie alla sensibilità della fondazione “Il ponte del sorriso”, e porta la firma dell’artista legnanese Tiziano Colombo e della collega bustocca Elena Colombo.

Galleria fotografica

Inaugurata la Terapia intensiva pediatrica 4 di 16

La onlus “Il ponte del sorriso” da oltre vent’anni ha sposato un progetto che proietta l’ospedale pediatrico di Varese tra le istituzioni sanitarie italiane all’avanguardia, scelta che si è tradotta in donazioni importanti per realizzare strutture con una visione nuova che fa leva sul concetto dell’arte che cura. E nel caso della terapia intensiva pediatrica, come dicevamo, sono stati due artisti professionisti, Tiziano Colombo di Legnano ed Elena Colombo di Busto Arsizio, a realizzare questa idea.

«Arte é capacità di emozionare e in ciò risiede il suo grande potenziale creativo e trasformativo – spiegano i due artisti -. Ci piace un’arte non solo in vetrina, confinata ad ambiti fuori dall’ordinario o accessibile a pochi eletti, bensì presente nella quotidianità della vita più vera. Ci piacerebbe soprattutto che questa arte potesse aiutare chi sta vivendo una quotidianità faticosa e dolorosa. “L’arte che cura: due pittori in corsia” é il nostro progetto per portare l’arte in quei luoghi dove le persone si sentono fragili e possono trarre giovamento da uno sguardo alla bellezza. Con pennello, colori e fantasia personalizziamo spazi ospedalieri e non solo (ospedali, ambulatori, cliniche, centri diagnostici, centri di riabilitazione, RSA) per creare ambienti piacevoli e accoglienti che alleggeriscono l’animo sofferente di persone malate e alleviano la fatica di famigliari e operatori sanitari che le accompagnano quotidianamente nel loro cammino di malattia e cura. Travestiamo le pareti con immagini di realismo fantasioso che aprono lo spazio e danno un respiro diverso. Le possibilità sono tante e si adattano alle diverse situazioni e richieste».

Leggi i commenti

Galleria fotografica

Inaugurata la Terapia intensiva pediatrica 4 di 16

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *