l’ema-chiede-ad-astrazeneca-di-aggiungere-la-“sindrome-da-perdita-capillare”-tra-gli-effetti-avversi.

L’EMA CHIEDE AD ASTRAZENECA DI AGGIUNGERE LA “SINDROME DA PERDITA CAPILLARE” TRA GLI EFFETTI AVVERSI.


Il comitato per la sicurezza dell’EMA ( PRAC ) ha concluso che le persone che hanno precedentemente avuto la sindrome da perdita capillare non devono essere vaccinate con Vaxzevria (ex vaccino COVID-19 AstraZeneca). Il comitato ha inoltre concluso che la sindrome da perdita capillare dovrebbe essere aggiunta alle informazioni sul prodotto come nuovo effetto collaterale del vaccino, insieme a un avvertimento per sensibilizzare gli operatori sanitari e i pazienti su questo rischio.

La maggior parte dei casi si è verificata nelle donne ed entro 4 giorni dalla vaccinazione. Tre su sei (casi riconosciuti come correlati) delle persone colpite avevano una storia di sindrome da perdita capillare e una di loro successivamente è morta. 

La sindrome da perdita capillare è una condizione molto rara e grave che causa perdita di liquidi dai piccoli vasi sanguigni (capillari), con conseguente gonfiore principalmente alle braccia e alle gambe, bassa pressione sanguigna, ispessimento del sangue e bassi livelli ematici di albumina (un importante proteina).

Gli operatori sanitari devono essere consapevoli dei segni e dei sintomi della sindrome da perdita capillare e del suo rischio di recidiva nelle persone a cui è stata precedentemente diagnosticata la condizione.

L’Ema continua: “Le persone che sono state vaccinate con Vaxzevria devono cercare assistenza medica immediata se manifestano un rapido gonfiore delle braccia e delle gambe o un improvviso aumento di peso nei giorni successivi alla vaccinazione. Questi sintomi sono spesso associati alla sensazione di svenimento (a causa della bassa pressione sanguigna).”

“Il  PRAC continuerà a monitorare i casi della condizione e intraprenderà tutte le ulteriori azioni necessarie. Il PRAC ha anche chiesto ad AstraZeneca, la società che commercializza Vaxzevria, ulteriori informazioni su un possibile meccanismo per lo sviluppo della sindrome da perdita capillare in seguito alla vaccinazione.”

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.

SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia


Davide Donateo

Sono il fondatore e gestore di DatabaseItalia, libero cittadino, padre, ho vissuto tra l’Italia, Parigi e New York, ho studiato scienze internazionali e diplomatiche da sempre mi interesso di geo-politica.

Il mio indirizzo e-mail è: dbase.italia@gmail.com

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *