l’esg-non-e-ancora-la-priorita-per-le-aziende

L’ESG non è ancora la priorità per le aziende

Una ricerca di Avanade rivela che solo il 7% delle organizzazioni ha completato i propri piani in ambito ESG e il 93% è in difficoltà quando si tratta di sostenibilità.

ESG

Le aziende si trovano di fronte al dilemma di come raggiungere gli obiettivi di sostenibilità, dando al contempo priorità alle attuali sfide del panorama economico e commerciale globale. Questo è quanto emerge da uno studio commissionato da Avanade, fornitore di soluzioni Microsoft, secondo cui meno della metà dei dirigenti intervistati è sicura di riuscire a raggiungere gli obiettivi ESG (ambientali, sociali e di governance) nei tempi previsti.

Per quanto riguarda i piani attuati in ambito sostenibilità, lo studio – condotto su oltre 1.500 dirigenti negli Stati Uniti, Canada, Australia, Regno Unito, Brasile, Giappone, Italia, Germania e Irlanda – ha rivelato che:

  • Quasi la metà degli intervistati (45%) afferma di dare più priorità ad altri aspetti di business rispetto alla sostenibilità.
  • Più di un terzo (35%) si sta preparando a un rallentamento dell’economia.
  • Solo il 7% dichiara di aver completato i propri piani in ambito ESG.
  • Il 14% è a metà strada nell’esecuzione dei piani di sostenibilità, ma sta incontrando delle difficoltà.
  • Un quarto non ha pianificato come raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità.
  • Il 63% afferma che il digitale è un asset ‘molto importante’.
  • Solo l’8% dichiara di aver allocato tre quarti del budget destinato al digitale a sostegno dei propri obiettivi ESG.
  • Il 61% delle aziende si affida esclusivamente al cloud per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.
  • Il 30% degli intervistati sta misurando le emissioni di carbonio dei propri software.
  • Un terzo afferma che la propria azienda non è suscettibile di essere accusata di greenwashing.

I risultati di questa ricerca confermano che, mentre tutti parlano di sostenibilità, i leader delle aziende devono maturare una maggiore consapevolezza su come utilizzare le tecnologie digitali per intraprendere azioni pratiche verso il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità. È comprensibile che questi obiettivi possano sembrare difficili da conquistare, soprattutto in un periodo storico in cui i dirigenti si trovano ad affrontare questioni inaudite in un contesto di incertezza economica globale”, afferma Jillian Moore, Avanade Global Advisory and Sustainability Lead. “In questo scenario è più efficace concentrarsi sulla continua evoluzione, piuttosto che sull’obiettivo finale: individuare e dare priorità alle azioni pratiche è infatti fondamentale. Per esempio, stiamo lavorando con i clienti per aiutarli ad applicare i principi del green software per iniziare a ottimizzare i sistemi IT e le operazioni, al fine di consumare meno risorse e ridurre l’impronta di carbonio”.

Related Posts