l'oreal-continua-il-suo-viaggio-nel-mondo-virtuale-con-ready-player-me

L'Oréal continua il suo viaggio nel mondo virtuale con Ready Player Me

I nuovi hairlook virtuali by l’Oréal Professionnel Paris

Come sarà il mondo l’Oréal Professionnel Paris nel metaverso? Da oggi possiamo immaginarcelo un po’ più nel concreto. L’azienda ha infatti ufficializzato la sua entrata nel mondo del gaming grazie alla collaborazione con Ready Player Me, leader globale nella creazione di avatar, e con l’artista 3-D Evan Rochette. La partnership consentirà ai gamer di personalizzare i loro avatar con cinque look diversi, compatibili con più di 4,000 videogiochi, piattaforme e app a livello globale.

Leggi anche: Mismar: la fragranza di In Astra che si ispira alla Stella Polare

Oréal Paris metaverso: i 5 nuovi hairlook virtuali

“Per più di 110 anni, L’Oréal Professionnel Paris ha messo il suo spirito pioneristico al servizio dei parrucchieri, per sviluppare l’industria della bellezza professionale nel mondo,” ha commentato Anne Machet, l’Oréal Professionnel Paris Global General Manager. Aggiungendo: “Questa nuova stimolante collaborazione con Ready Player Me è un modo significativo di continuare il nostro viaggio nel mondo virtuale. Non vediamo l’ora di espandere i confini tecnici e creativi per fornire alla community infinite possibilità di espressione attraverso l’hairstyling”, ha infine concluso la Machet.

Dopo i primi cinque hairlook in collaborazione con l’azienda creatrice di avatar, L’Oréal Professionnel Paris ha espresso la sua volontà  di continuare a lavorare per mantenere sempre più stretta la relazione tra hairtylists e artisti CG anche nel prossimo anno. L’obiettivo è quello di espandere il beauty hair e la libera e completa espressione personale anche nel mondo virtuale.

Leggi anche: Samsung x Maison Margiela: nasce Galaxy Z Flip4 in edizione speciale

Metaverso Beauty: i principali brand

Nel mondo del beauty, vi sono stati diversi casi di marchi che sono entrati nel metaverso, tra questi GucciEstée Lauder, Nars Cosmetic e Clinique, che hanno lanciato NFT e servizi di try-on virtuali. Anche l’azienda francese ha fatto un primo tentativo nel dicembre 2021, invitando cinque artiste a creare degli NFT al fine di promuovere l’equità di genere nel mondo delle criptovalute. Oggi, L’Oréal ha deciso di lanciarsi nuovamente nella realtà virtuale cercando di esplorare al massimo i vantaggi che questo può portare e fornendo ai propri consumatori un’esperienza d’acquisto a 360 gradi.

Related Posts